SANTA MARIA DI LEUCA, COSA VEDERE E FARE

Santa Maria di Leuca è una Terra contesa tra due mari, posta sulla punta estrema del tacco d’Italia, si protende verso l’Oriente venendo così definita Finibus Terrae o punto dove finisce la Terra.

Di per sè questa denominazione crea attorno al Capo di Leuca un velo di mistero e di intrinseca curiosità.

Questa terra dal fascino inconfutabile, meta di pellegrinaggio (Via Francigena) e di vacanza è stata la prima tappa del nostro viaggio in Puglia ed è stato amore a prima vista.

SANTA MARIA DI LEUCA

Santa Maria di Leuca come dicevamo, si trova nel tacco di Puglia, là dove finisce il Salento tra Punta Meliso e Punta Ristola.

Il suo nome deriva dal greco “Leucos“, che significa bianco, come le rocce calcaree che la circondano e la inondano di luce.

Il suo profilo è arricchito dalle Ville ottocentesche che creano un’atmosfera stile retrò rendendo questa cittadina assai speciale.

 

SANTA MARIA DI LEUCA COSA VEDERE

La prima tappa imperdibile è la Basilica Pontificia di Santa Maria di Finibus Terrae, collocata in posizione sopraelevata tra il faro (47 mt.) e la terrazza panoramica.

Spiccano i colori chiari della pietra tipici di questa terra e il blu del cielo.

La Basilica è stata distrutta più volte e l’edificio attuale è il sesto, eretto nel 1700.

L’interno è a croce latina con decorazioni barocche, tipiche del Salento e sull’altare spicca il quadro della Madonna (Giacomo Palma Jr).

A pochi passi dal Santuario termina l’acquedotto pugliese con la cascata monumentale.

Dal porto parte una scalinata composta da 186 gradini che porta al Santuario; la notte viene illuminata con luci laser davvero suggestive.

SANTA MARIA DI LEUCA COSA VEDERE

SANTA MARIA DI LEUCA COSA VEDERE

Sul lungomare Colombo potrete ammirare le ville in stile Liberty e le eleganti dimore signorili,  prime fra tutti Villa Meridiana (ora di proprietà della catena di hotels Caroli)  dall’inconfondibile facciata a righe ocra e rosso e la lanterna sulla sommità.

VILLA MERIDIANA, SANTA MARIA DI LEUCA COSA VEDERE

A seguire Villa Episcopo, Villa Daniele e quella che viene definita il “comò ribaltato”.

Vi capiterà di notare delle “casette” in pietra, sono le classiche bagnarole ovvero costruzioni in pietra o legno che servivano alle signore negli anni 20 come spogliatoi per proteggersi da occhi indiscreti.

Ogni villa ne possedeva una, ad oggi ben conservata è quella della Meridiana. Quelle in legno venivano smontate durante l’inverno.

SANTA MARIA DI LEUCA COSA VEDERE, LE BAGNAROLE

UN VALORE AGGIUNTO, IL CIOLO

Poco distante da qui si trova sulla costa Adriatica il Ciolo, un piccolo fiordo che prende il nome dall’omonima grotta (ciolo in dialetto è la gazza ladra).

Alte rocce fanno da sfondo ad un’insenatura dalle acque sorprendentemente trasparenti. Il ponte che passa sopra permette di ammirare dall’alto questo spettacolo della natura!

FIORDO DEL CIOLO

FIORDO DEL CIOLO

SANTA MARIA DI LEUCA SPIAGGE

La nostra classifica delle più belle spiagge di Leuca ne comprende 5:

  • Pescoluse
  • Ciolo
  • Marina di Felloniche
  • Torre Vado
  • Porto Badisco

Ma questo è un altro capitolo, continuate a seguirci e dedicheremo un articolo dove parleremo delle spiagge più belle!

PENSIERI DAL MONDO

Una tappa al capo di Leuca è d’obbligo se si visita il Salento.

Potremmo definirla in 3 aggettivi:

  1. Romantica grazie alle meravigliose ville stile Liberty che ne ricamano il contorno.
  2. Luminosa per la luce che si riflette la sera sull’acqua del lungomare
  3. Tranquilla perchè è fuori dalla rotta dei divertimenti, infatti chi viene a Leuca cerca solo relax.

E voi l’avete mai visitata?

Se volete contribuire al successo del nostro blog, condividete i nostri articoli sui social e lasciateci un commento proprio qui sotto, sarà un piacere rispondervi!

Cercate altre mete in Puglia? Bè non potete perdervi Alberobello e Polignano a Mare! Solo per citarne alcune!

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *