ARUBA E IL COVID 19, L’ISOLA RIAPRE LE FRONTIERE

Abbiamo controllato almeno un milione di volte nelle ultime settimane la situazione di Aruba e il Covid 19 e scritto a tutti i nostri contatti sull’isola per avere informazioni aggiornate sul lockdown.

Finalmente abbiamo ricevuto una bellissima notizia dal sito dell’ente del turismo che ci fa ben sperare per il nostro imminente viaggio nell’isola del cuore.

Saltare questo viaggio sarebbe come togliere ossigeno al nostro organismo.

Per chi ci conosce sa che Aruba è la destinazione perfetta, quella da cui potremmo non fare mai ritorno…..

Siamo certi che prima o poi succederà ma per il momento ci dobbiamo accontentare di viverla durante i nostri viaggi e di raccontarla nei nostri articoli!

Pertanto se anche voi avete già organizzato un viaggio sull’isola e siete preoccupati per la situazione del covid 19 ad Aruba possiamo dirvi che c’è una speranza….

La speranza è l’ultima a morire…

aruba e il covid 19 situazione attuale

ARUBA E IL COVID-19

Dall’ultimo comunicato di ieri abbiamo appreso la notizia più attesa ovvero che la riapertura dell’isola è prevista tra il 15 giugno e il 1° luglio 2020 se tutto va bene!

Pertanto sale la nostra speranza di poter mettere piede sull’isola come previsto in agosto.

Se vi state chiedendo come sono le restrizioni ad Aruba in questo momento ecco che vi chiariamo la situazione:

  • Il 25 maggio 2020 hanno riaperto ristoranti (all’aperto), parrucchieri, estetisti, asili, cinema, chiese, centri commerciali e attività sportive. Certo i protocolli sono rigidi ma è pur sempre un passo avanti.
  • Sull’isola vige ancora il coprifuoco dalle 24.00 alle 5.00; gli esercizi chiudono alle 22
  • Farmacie aperte 24 ore su 24

Cosa rimane chiuso per il momento?

Bar, discoteche, casinò, Spa.

La situazione attuale Covid 19 su Aruba è di 101 positivi e 3 morti.

Noi ci aggrappiamo alla speranza e contiamo a sognare la nostra isola immaginandola come l’abbiamo sempre conosciuta e vi incoraggiamo a visitarla presto!

Per restare sempre aggiornati sulla situazione, monitorate il sito dedicato, cliccando QUI.

Sarebbe un gran peccato non poter partire, non credete?
Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *