BAGNACAVALLO COSA VEDERE

Di rientro dal mare, un sabato pomeriggio abbiamo scoperto il paese di Bagnacavallo, Ravenna. Saremo passati centinaia di volte di là ma non ci eravamo mai fermati perché non avevamo mai prestato attenzione a quello che si intravedeva oltre i primi edifici che affacciano sulla strada. Parlando in auto abbiamo visto diversi campanili storici e allora ci siamo detti, è presto perché non andiamo a curiosare? Meno male che l’abbiamo fatto! Abbiamo scoperto un paese che davvero vale la visita se passate da queste parti! Scopriamo nel nostro articolo a Bagnacavallo cosa vedere!

BAGNACAVALLO RAVENNA LA PIAZZA

BAGNACAVALLO RAVENNA, CENTRO STORICO

COSA VEDERE A BAGNACAVALLO:

Bagnacavallo è una città d’arte in provincia di Ravenna e distante da Cesenatico una cinquantina di chilometri.
E’ un borgo ben conservato che ha mantenuto la sua pianta medievale e una passeggiata sotto ai suoi portici si è rivelato davvero piacevole.

Dal parcheggio abbiamo seguito le indicazioni per il “vicolo degli amori” che collega la Piazza della chiesa del Carmine e via Vecchia Darsena. Questo stretto vicoletto nacque nel 17° secolo come passaggio dalla chiesa al convento dei Carmelitani. In seguito fu sede di un centro per donne bisognose conosciuto all’epoca come “Conservatorio per le fanciulle pericolanti”.

BAGNACAVALLO RAVENNA, VICOLO DEGLI AMORI

VICOLO DEGLI AMORI

Sbucando in Piazza della Libertà si trova il Teatro Goldoni. L’insegna antica posta davanti all’ingresso descrive molto bene l’epoca di questo teatro che dicono essere molto bello e somigliante alla Scala.

BAGNACAVALLO RAVENNA TEATRO GOLDONI

Sulla Piazza affacciano anche altri edifici storici come la Torre Civica, Il Palazzo Vecchio, il Palazzo Comunale e la Chiesa di San Michele. A pochi passi si trova anche il Convento di San Francesco.

TEATRO GOLDONI

La sorpresa più bella ce l’ha regalata Piazza Nuova. E’ una piazza ovale completamente chiusa e porticata nella quale si accede attraverso 2 archi posti uno di fronte all’altro. Risale al 1758 e fu costruita come luogo per vendere pesce,carne e olio. E’ stata ristrutturata da poco e ospita un ristorante, una cantina e alcuni negozi artigiani.

PIAZZA NUOVA

COSA VEDERE A BAGNACAVALLO RAVENNA PIAZZA NUOVA

PIAZZA NUOVA BAGNACAVALLO

CURIOSITÀ’ DA BAGNACAVALLO RAVENNA

Sono 2 le curiosità di cui vogliamo parlarvi.
La prima riguarda il cinema e la seconda l’origine del nome del paese.
Mai avremmo pensato che Bagnacavallo fosse stata scelta come set cinematografico…ma non una sola volta! Prendendo un pò di informazioni abbiamo scoperto che hanno girato diversi film!
La Mazurka del barone,della santa e del fico fiorone nel 1974 (solo ambientato a Bagnacavallo), La Ladronaia nel 1993, I fuorilegge del matrimonio nel 1963, Agata e la Tempesta nel 2004 e il più famoso La Riffa con De Sica e la Loren nel 1962!
La seconda curiosità è la provenienza del nome, chi di voi sentendolo nominare non ha pensato: che strano nome! Pare che l’attribuzione sia dovuta al fatto che il paese era costruito in prossimità del fiume e che per raggiungerlo si dovesse fare un guado a cavallo, così nacque il toponimo Bagnacavallo!
Chi l’avrebbe mai detto !


Booking.com

 

PENSIERI DAL MONDO

Eh già, e chi l’avrebbe mai detto che Bagnacavallo nascondeva tutto questo!
Una passeggiata in questo paese vi costringerà con il naso all’insù ad ammirare gli storici palazzi, le vecchie insegne e gli alti campanili delle chiese!

BAGNACAVALLO, VEDUTA DI UN CAMPANILE

Vale la fermata Piazza Nuova per l’originalità e se non avete fretta godetevela seduti ad un tavolino ammirandola mentre sorseggiate un buon bicchiere di vino alla cantina.

PIAZZA NUOVA BAGNACAVALLO

Una sosta dolce invece potete farla alla pasticceria Tiffany a pochi passi dalla Piazza della Libertà, i krapfen sono spettacolari!
Bè che aspettate, non vi resta che andare!!

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

4 pensieri riguardo “BAGNACAVALLO COSA VEDERE

  • 2 Maggio 2020 in 16:54
    Permalink

    Vorrei precisare che “La mazurka del barone, della santa e del fico fiorone”, pur essendo ambientato a Bagnacavallo, come si capisce da alcuni cartelli in cui si legge il nome della città, non ha alcuna scena girata lì. Il film più famoso, girato almeno per metà a Bagnacavallo è “Il Presidente del Borgorosso F.C..” (1970) con Alberto Sordi, altri film con alcune scene sono: “Permettete signora che ami vostra figlia?” (1974) con Ugo Tognazzi, “Il Passatore” (1977), “La neve nel bicchiere” (1984), “Al di là delle frontiere” (2004)

    Rispondi
    • 6 Maggio 2020 in 10:01
      Permalink

      Buon giorno, la ringraziamo per il commento, avevamo trovato queste informazioni su vari siti
      che riportavano il film menzionato tra quelli girati a Bagnacavallo….in realtà come riferisce lei è stato solo ambientato. La ringrazio per la precisazione, correggerò l’articolo!

      Rispondi
  • 18 Marzo 2021 in 10:53
    Permalink

    Peccato che vi siete fermati a Bagnacavallo a Marzo… Da aprile a ottobre è aperto anche il monumentale Antico Convento di San Francesco. Al suo interno potete trovare un hotel con camere dedicate al territorio, caffetterie e vinoteca per godersi il fascino del chiostro, 2 Escape-room e gli ampi spazi dedicati a mostre e manifestazioni pubbliche e private.
    Consigliamo a tutti di fermarvi una notte a Bagnacavallo quando andate o tornate dalle vostre vacanze al mare. Da molti è scelta come tappa per quando rientrano dalla Puglia.

    Rispondi
    • 18 Marzo 2021 in 12:27
      Permalink

      Grazie del commento! Sì lo sappiamo e ci piacerebbe vederlo il vostro hotel! Se poi voleste ospitarci ne saremmo molto felici! Grazie

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *