CAMPI FLEGREI NAPOLI

I Campi Flegrei Napoli sono una splendida zona costiera in cui si verificano fenomeni geologici del tutto unici che rendono quest’area molto affascinante e misteriosa.

Basti pensare che l’area ispirò anche Virgilio con “il mito dell’Eneide“, ambientato proprio qui.

Ricordiamo che i romani hanno costruito ville, acquedotti e anfiteatri che ancora oggi possiamo ammirare.

Abbiamo visitato i Campi Flegrei durante il nostro ultimo weekend a Napoli insieme alla famiglia di Annalisa che da quando ha scoperto la bellezza di questa città non perde occasione di unirsi a noi quando Beppe torna a casa!

Ora se vi abbiamo incuriosito continuate a leggere per scoprire cosa vedere nei Campi Flegrei Napoli!

DOVE SONO I CAMPI FLEGREI NAPOLI

Innanzitutto iniziamo a collocare quest’area. Dove sono i Campi Flegrei?
Sono situati a nord del Golfo di Napoli a circa mezz’ora d’auto dalla città e comprendono diverse aree tra cui Pozzuoli, Baia, Agnano, Cuma, Bacoli.

E’ un’area ricca di zone termali e di laghi che si sono formati per l’abbassamento del territorio costiero noto come “bradisismo”.

Possiamo citare il Lago Fusaro, Lago Lucrino, Lago d’Averno e Miseno che arricchiscono la bellezza del paesaggio. Ricordiamo che nel sottosuolo ci sono vulcani e lava gorgogliante, un pò come essere sopra ad una pentola a pressione.

CAMPI FLEGREI COME ARRIVARE

Se siete con l’auto prendete l’uscita Pozzuoli e iniziate il giro da qui.

Per chi non possiede un mezzo proprio nessun problema, è possibile raggiungere i Campi Flegrei con la “Cumana” un treno che collega il centro di Napoli (C.so Vittorio Emanuele, Montesanto e Fuorigrotta) con la zona Flegrea.

I punti di interesse con le fermate sono le seguenti:

  • Pozzuoli Via Napoli fermata “Pozzuoli” o “Gerolomini”.
  • Lago di Lucrino fermata “Lucrino”.
  • Terme di Agnano fermata “Agnano”.
  • Casina Vanvitelliana e Lago Fusaro fermata “Fusaro”.

CAMPI FLEGREI NAPOLI COSA VEDERE

L’area Flegrea è un territorio vasto e serve organizzazione e tempo per vederla tutta.

Il nostro consiglio è quello di prendere come punto di partenza Pozzuoli.

Di seguito, l’itinerario di un giorno, ecco cosa abbiamo visto noi nei Campi Flegrei:

  1. Pozzuoli, lungomare e Rione Terra
  2. Anfiteatro Flavio
  3. Solfatara
  4. Baia Sommersa
  5. Casina Vanvitelliana
  6. Piscina Mirabilis

POZZUOLI COSA VEDERE

Pozzuoli è la città più importante dei Campi Flegrei, situata in posizione panoramica sul Golfo di Napoli.

Nota anche per aver visto crescere tra le sue strade Sophia Loren.

Il suo grazioso centro storico si sviluppa intorno alla bella Piazza Repubblica.

Da qui partono numerosi vicoletti nei quali troverete trattorie, friggitorie e ristoranti tipici, pertanto non potete astenervi da provare le specialità puteolane.

CAMPI FLEGREI NAPOLI, POZZUOLI

Dirigetevi sul lungomare in zona Porto e ammirate il panorama sulle isole.

Ricordiamo che da Pozzuoli le isole di Ischia, Procida e Capri sono più vicine che da Napoli e i traghetti costano meno.

Se vi interessa il nostro racconto su Procida, cliccate QUI.

Proseguite il giro nei sotterranei del Rione Terra, attenzione che è aperto solo sabato e domenica.

Il percorso è situato sotto la rocca di tufo collocata tra Nisida e Baia.

ANFITEATRO FLAVIO POZZUOLI

L’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli è il terzo più grande d’Italia costruito dai romani e risale al I sec. D.C.

Era in grado al tempo di ospitare 40.000 spettatori.

Versa in buono stato di conservazione, soprattutto nei sotterranei dove potrete apprendere di più sul sistema di carrucole che sollevavano le gabbie degli animali feroci pronti a combattere con i gladiatori.

Si dice che a volte l’arena veniva allagata per inscenare battaglie navali per gli ospiti di rilievo in visita a Pozzuoli.

Entrate e dedicategli una visita. Noi siamo rimasti esterrefatti.

CAMPI FLEGREI NAPOLI, ANFITEATRO FLAVIO POZZUOLI

SOLFATARA DI POZZUOLI

La Solfatara è uno dei 40 vulcani che compongono i Campi Flegrei ed è situata in un’area naturalistica di 33 ettari che comprende oltre al vulcano anche foreste di macchia mediterranea nel quale è presente anche un campeggio.

Le principali attrazioni turistiche sono: la Bocca Grande, la Fangaia, le vecchie Stufe (saune naturali), il Pozzo dell’acqua minerale.

E’ davvero impressionante vedere la Terra che bolle sotto ai nostri piedi, una sensazione divisa tra lo stupore e l’inquietudine!

Durante questo periodo (ottobre 2019) era chiusa ma noi l’avevamo visitata qualche estate fa’. Un consiglio…mettete scarpe con suola spessa, io mi son bruciata i piedi con le ciabatte, solo un genio come me può entrare alla Solfatara così!! 🙂

SOLFATARA

SOLFATARA

BAIA SOMMERSA

Baia è una località termale in cui un tempo sorgevano le ville dei nobili romani.

A causa del bradisismo e del continuo abbassarsi della terra dovuto ai movimenti sismici, le ville che sorgevano sul mare sono state inghiottite e ad oggi è possibile vederle con un’escursione in barca Cymba dalla chiglia di vetro o facendo sub.

Si vedono ancora i pavimenti in mosaico delle ville e le statue che le ornavano.

Un’incredibile scoperta che la Campania ci ha regalato!

Il costo dell’uscita in barca è di 12€ e dura un’ora.

Controllate gli orari sul sito QUI.

CASINA VANVITELLIANA

Sul Lago Fusaro a Bacoli si trova la Casina Vanvitelliana, una bellissima costruzione un tempo riserva di caccia e pesca dei Borbone.

Se volete saperne di più, leggete il nostro articolo completo QUI.

Casina Vanvitelliana, Napoli

CAMPI FLEGREI NAPOLI, CASINA VANVITELLIANA

casina vanvitelliana

PISCINA MIRABILIS

La Piscina Mirabilis di Bacoli era un antico acquedotto romano, il più grande dell’epoca.

Un’enorme cisterna 70 x 25,5 metri formata da 48 colonne alte 15 metri che conteneva 12600 metri cubi di acqua proveniente dal fiume Serino.

Serviva  come approvvigionamento alla flotta militare di Miseno.

Un’opera di ingegneria che ad oggi lascia sorpresi per l’efficienza delle macchine idrauliche che pompavano l’acqua portandola al livello delle terrazze.

 

PISCINA MIRABILIS

 

CAMPI FLEGREI NAPOLI PENSIERI DAL MONDO

Questo itinerario nei Campi Flegrei è entusiasmante e fuori dalle solite “rotte” turistiche per chi è in visita a Napoli.

Si passeggia tra secoli di storia, sopra e sotto il sottosuolo in un alternarsi di vedute mozzafiato sul mare e persino sul fondo del mare.

Ville della ricca nobiltà della “Napoli bene di un tempo” ancora conservate, addirittura osservabili da un punto di vista privilegiato cioè sotto l’acqua.

E’ incredibile quanto questa regione ci sappia stupire e al tempo stesso ogni volta regalare novità ed emozioni sensazionali.

Speriamo di avervi dato uno spunto nuovo e se vi è piaciuto lasciate un like e un commento!

Se siete in cerca di emozioni particolari a Napoli, potrebbe piacervi il nostro racconto sul paranormale…lo trovate QUI!

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *