COSA VEDERE A BARI

Bari è stata la nostra seconda tappa della crociera con Aida Blu, in questo articolo vi spieghiamo cosa vedere a Bari durante una sosta di un giorno.

All’arrivo al porto la città pugliese si è mostrata in tutta la sua bellezza, adagiata sulle sponde dell’Adriatico e illuminata da uno splendido sole.

Le ore a disposizione nel nostro caso erano 8 e gli obiettivi che avevamo erano diversi.
Per prima cosa desideravamo vedere Alberobello, Polignano e Bari vecchia.

Il nostro consiglio è quello di uscire dall’area portuale, camminare un pò e cercare le persone del posto che, appoggiate a qualche agenzia o in maniera autonoma si offrono per portarvi alla scoperta di Bari e dintorni.

Noi siamo stati molto fortunati, abbiamo trovato Rocco, barese, super efficiente e simpatico che in 8 ore a tempi record ci ha fatto visitare tutto quello che volevamo!

Se ci contattate in privato possiamo darvi il numero, sarà un successo garantito!

Ora scopriamo cosa vedere a Bari! Siete pronti?

 



Booking.com

 

COSA VEDERE A BARI

Premettiamo che per il nostro tour “cosa vedere a Bari” ci siamo ritagliati poco tempo provenendo da Alberobello e Polignano  ma abbiamo visto le cose salienti del centro storico.

Basilica di San Nicola

Per prima cosa sicuramente saprete che Bari venera San Nicola e pertanto ci siamo subito diretti alla Basilica di San Nicola.

Fu costruita tra il 1087 e il 1197, presenta 3 navate e l’interno è davvero notevole.

Nella scripta sono conservate le reliquie del Santo.

Se passate per Bari tra il 7 ed il 9 maggio si svolge nel centro storico la festa patronale di San Nicola, potrete così assistere alla processione e ai festeggiamenti in suo onore. Sicuramente il folklore che ci sarà non lo vivrete in molti altri luoghi.

Basilica di San Nicola Bari

La cattedrale di San Sabino

Un’altro luogo di culto dei baresi è la Cattedrale di San Sabino del XI secolo.

Si trova in Piazza Odegitria

Abbiamo scambiato 2 chiacchiere all’interno con qualche abitante e a loro avviso pare che la Cattedrale sia più importante anche della Basilica di San Nicola.

Quello che colpisce all’esterno è certamente il rosone centrale a 18 petali

L’interno è stupefacente, ad una navata circondata da archi e capitelli in pietra bianca.

La parte più suggestiva è il “Succorpo”, un tempo ossario.

Una curiosità:

Se capitate a Bari durante il solstizio del 21 giugno, puntate gli occhi sul mosaico del pavimento. La luce che filtrerà dal rosone della facciata coinciderà perfettamente con il disegno del mosaico.

cattedrale di San Sabino A BARI

Passeggiata tra i vicoli di Bari storica

Lasciatevi inebriare dai profumi di mangiare, seguite la scia e vi troverete nei vicoli popolari di Bari. Tra via Arco Basso e via Arco Alto un groviglio di vicoli si snoda in un susseguirsi di meravigliosi scorci, panni stesi,vecchi  palazzi, ragazzi che giocano a pallone e signore che con le loro sapienti mani preparano la pasta fatta a mano (orecchiette), una vera tradizione a Bari.

Guardando dentro ai portoni dei palazzi vedrete le orecchiette ad asciugare sopra “stenditoi”, una specie di rete fitta intelaiata in legno che permette alla pasta di non attaccarsi e di “respirare”.

I VICOLI DI BARI

COSA VEDERE A BARI

Castello Normanno Svevo e i teatri della città pugliese

Durante un giro panoramico in auto il nostro autista per un giorno Rocco, ci ha mostrato i vari teatri del centro, il Margherita, il Petruzzelli e il Piccinini.

Un altro simbolo da vedere a Bari è sicuramente il Castello Normanno Svevo, costruito nel 1131 da Federico II e dominato dalle 2 torri.

Lungomare Nazario Sauro

Dopo aver salutato vicino alla Basilica il nostro autista Rocco nella speranza di incontrarlo nuovamente un giorno, ci siamo goduti una passeggiata sul lungomare Nazario Sauro.

Fiancheggiato da panchine dalle quali concedersi momenti di contemplazione verso il mare, è arricchito dalla ruota panoramica che non poteva essere collocata in posizione migliore.

COSA VEDERE A BARI E DINTORNI

Bari è il punto di partenza per escursioni indimenticabili.

Basti nominare Alberobello, Polignano a Mare, Ostuni e anche Matera.

Noi abbiamo approfittato per visitare le prime 2, le restanti alla prossima volta!

PENSIERI DAL MONDO

Bari ci ha entusiasmato a tal punto che appena rientrati stiamo già progettando di tornare. In fondo possiamo approfittare della vicinanza alla nostra amata Napoli. Ricordiamo che è terra madre di Giuseppe e facciamo ritorno spesso, per cui ne approfitteremo sicuramente per allungarci a Bari! Abbiamo lasciato un sacco di cose in sospeso!

Di Bari ci è rimasto l’odore dei suoi vicoli, il vociare, il colore del mare e la maestosità della Basilica di San Nicola.

A presto Puglia…

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *