COSA VEDERE A SPELLO,IL BORGO DEI FIORI

Il borgo umbro di Spello sorge adagiato lungo le pendici del Monte Subasio. Ciò che colpisce all’istante è il colore rosa della pietra con la quale sono costruite le case, solo un’anticipazione della favola che vivrete passeggiando tra i suoi vicoli acciottolati. Spello conserva tra le sue mura romane fortificate, ritenute le meglio conservate d’Italia, secoli di storia.  Ne sono una testimonianza i vari ritrovamenti come la villa dei mosaici, le chiese e i vicoli antichi. Si aggiungono poi opere d’arte di inestimabile valore lasciate dal Pinturicchio. I vicoli di Spello tra la primavera e l’estate si riempiono di fiori ma il borgo raggiunge il massimo splendore durante l’Infiorata. Non vogliamo svelarvi tutto ora, scopriamo  insieme cosa vedere a Spello.

I VICOLI DI SPELLO

SPELLO VICOLI IN FIORE

Booking.com

Cosa vedere a Spello:

Cosa vedere a Spello? Di seguito vi elenchiamo alcune cose che non dovete assolutamente perdervi:

1- La chiesa di Santa Maria Maggiore a Spello

Da vedere a Spello c’è sicuramente la chiesa di Santa Maria Maggiore. E’ una chiesa seicentesca. Al suo interno è uno scrigno colmo di capolavori come la famosa Cappella Baglioni con il pavimento maiolicato di Deruta e gli affreschi del Pinturicchio uno dei quali contenente anche il suo autoritratto e inoltre sono presenti anche opere del Perugino.

2- La chiesa di Sant’Andrea a Spello

Pinturicchio ha lasciato il suo segno anche nella chiesa di Sant’Andrea a Spello, con l’opera più importante: la pala d’altare con la Madonna col bambino. La chiesa pare abbia  origini antichissime. Nel 1253 il beato Andrea Caccioli (1194-1254), creò una delle prime comunità di Frati Minori. Caccioli ricevette il saio direttamente da San Francesco.  Quello che ci ha colpito di più di questa chiesa sono le decorazioni e i colori.

3- La villa dei mosaici

Su “cosa vedere a Spello”, non può certo mancare la villa dei mosaici, un gioiello scoperto nel 2005 quando dalla terra affiorarono i mosaici di un’antica villa di epoca romana. Fu così che iniziò il lungo recupero e restauro che ad oggi potrete ammirare nel museo della villa dei mosaici.

I pavimenti a mosaico rappresentano scene di vita quotidiana, animali e figure geometriche. Vista la finezza si pensa che la villa fosse di proprietà di una famiglia facoltosa.   Il museo è multimediale e attraverso le ricostruzioni  in 3D è possibile rivivere la storia della villa.

Visitate il loro sito QUI.

LA VILLA DEI MOSAICI

4-Cosa vedere a Spello, i vicoli e l’infiorata 

Spello è famosa per i fiori che ornano i vicoli, i balconi e ogni angolo di questo meraviglioso borgo umbro.

In primavera è un’esplosione di colori e di buon umore.

I VICOLI E I FIORI DI SPELLO

SPELLO VICOLI FIORITI

SPELLO,VICOLI FIORITI

Il borgo raggiunge il massimo splendore a maggio durante l’evento dell’infiorata del Corpus Domini quando vengono realizzati quadri con petali e fiori dagli abitanti con la collaborazione dei numerosi turisti che accorrono per ammirare queste opere d’arte. I vicoli di Spello diventano un tappeto di petali che trasformano la città nella capitale dei fiori.

Il sabato della manifestazione partecipate alla “notte dei fiori” in modo da ammirare i preparativi alla festa oltre agli spettacoli di musica organizzati.

A giugno e luglio invece gli abitanti di Spello entrano in competizione sfidandosi nella miglior realizzazione di balconi fioriti con la manifestazione Finestre, Balconi e Vicoli fioriti. Un’occasione unica per i turisti di vedere il borgo nel massimo splendore attirati dai colori e dai profumi che si spandono nei vicoli.

Potete vedere affissi sugli antichi muri le ceramiche con le premiazioni di ogni anno per il primo, secondo e terzo posto.

Finestre, Balconi e Vicoli fioriti

PENSIERI DAL MONDO:

Il nostro amore per l’Umbria cresce sempre più! Come potrebbe essere il contrario se continuiamo a visitare quelli che sono i borghi più belli d’Italia?

Spello è speciale per la cura di ogni dettaglio. I fiori a Spello sembrano crescere naturalmente ma sicuramente dietro c’è un gran lavoro, quello dei suoi abitanti e un grande amore per la loro città.

Non mancano la storia che caratterizza ogni borgo e soprattutto le grandi opere che il Pinturicchio ha deciso di lasciare qui.

Come in tutti i luoghi che sorgono in questa zona si respira un’aria placida, San Francesco con il suo passaggio ha saputo creare un’oasi di felicità.

Se volete un altro borgo da visitare in Umbria, leggete il nostro articolo su Rasiglia! Non vi deluderà! Se invece cercate uno spunto originale su dove dormire in Umbria cosa ne dite della casa sull’albero? Spieghiamo tutto nell’articolo la casa sull’albero e il weekend in Umbria e Toscana!

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *