COSA VEDERE A RIMINI, CENTRO STORICO

Un altro “sabato del villaggio” ci porta a scoprire nuovi territori e in questo articolo vi vi suggeriamo cosa vedere a Rimini!

Non lo conoscevamo sotto questo aspetto! Quando si nomina Rimini si pensa a spiagge assolate e a locali notturni ma questa città Romagnola ha da offrire ben di più!

Siete pronti a scoprire cosa vedere a Rimini?


Booking.com

 

COSA VEDERE A RIMINI, CENTRO STORICO:

Il nostro giro parte da Piazza Cavour, antico foro Romano, dalla quale si possono ammirare il Palazzo del Podestà e il Palazzo dell’Arengo risalenti al 1200, il Teatro Galli e la fontana della Pigna. Quest’ultima fu costruita in epoca romana e fu la sola fonte di acqua potabile a Rimini fino al 1912! Incredibile.

cosa vedere a rimini

Nella stessa piazza troverete un altro luogo unico, l’Antica Pescheria che un tempo ospitava il mercato del pesce e nella quale potrete fare delle foto sotto i porticati dalle prospettive interessanti.

mercato del pesce a Rimini

Alle spalle della piazza si trova il bellissimo Castel Sismondo con le sue mura e le torri quadrate. E’ stato recentemente ristrutturato e il risultato è molto curato.

COSA VEDERE A RIMINI, IL PONTE DI TIBERIO:

Terminata la Piazza e voltando in corso d’Augusto vi aspetta una sorpresa, il Ponte di Tiberio, un vero prezioso d’epoca romana che con le sue 5 arcate, costruito in Pietra d’Istria, attraversa e si specchia sul fiume Marecchia. Fu edificato con decreto dell’Imperatore Augusto in persona!

È veramente un gioiello e non potete astenervi dall’ammirarlo. Tutt’intorno sorge un bellissimo parco cittadino.

cosa vedere a rimini

Il Ponte di Tiberio collega Rimini a Borgo San Giuliano e vi porta alla scoperta del vecchio e grazioso quartiere dei pescatori.  Le sue casette dai colori pastello, i murales colorati e i locali tipici vi faranno venire voglia di non andarvene più!

COSA VEDERE A RIMINI,ANCORA UN’ALTRA PIAZZA DA ESPLORARE:

Tornati alla realtà, ripercorrete il Ponte di Tiberio, lasciatevi Piazza Cavour sulla vostra destra e passeggiate sempre dritto, tra palazzi storici e negozi fino a giungere in Piazza Tre Martiri. In origine era il punto in cui si intersecavano l’Antica Ariminum e il decumano.

cosa vedere a rimini

Anche questa Piazza accoglie palazzi storici e il tempio di Sant’Antonio da Padova dedicato al miracolo della mula.

Un susseguirsi di negozi vi accompagnerà fino all’Arco di Augusto, il più antico arco esistente del periodo romano, costruito nel 27 A.C. anch’esso in pietra d’Istria come il Ponte di Tiberio. Sorge nel punto di incontro tra la Via Emilia e la Via Flaminia.

Per ultimo ma non meno importante fate visita al Domus del chirurgo in Piazza Ferrari, si tratta di un sito archeologico aperto al pubblico dal 2007.

UN LUOGO DI CULTO DAVVERO SPECIALE:

Questa è la chicca che abbiamo scoperto a Rimini.

Se volete ritagliarvi un momento di pace dovete visitare la Celletta della Madonna del Giglio. Si trova sul corso Augusto vicino al commissariato di Polizia.

L’ingresso in travertino recita “Ave Maria”.

Ora vi raccontiamo la storia di questa piccola cappella.

La celletta fu costruita dalla famiglia Ricciardelli in un’ antica torre. La leggenda racconta che in questo luogo c’era la bottega di un maniscalco che viveva con la madre. La madre fu trasferita per una malattia e il maniscalco prima di partire mise un bocciolo di giglio vicino al quadro della Madonna con il Bambino per chiedere la guarigione della madre.

Al suo ritorno il giglio era sbocciato e la madre guarita. Da quel momento numerosi devoti accorsero nella bottega per chiedere miracoli e fu istituita la celletta nel 1467. L’edificio fu danneggiato dal terremoto del 1786 e restaurato. Fu poi venduto ma nella clausola di vendita fu riportato che il luogo non doveva essere trasformato ma bensì doveva restare luogo di culto. Andò distrutto poi dai bombardamenti della guerra e ricostruito.

Insomma ne ha passate tante ma la magia che si respira nel suo minuscolo interno è rimasta invariata. Ad oggi di originale resta soltanto il quadro della Madonna. All’interno ci sono numerosi quadretti lasciati negli anni dai fedeli come ringraziamento per la grazia ricevuta.

cosa vedere a rimini

RIMINI, PENSIERI DAL MONDO:

Abbiamo lasciato il nostro cuore a Rimini. La conoscevamo sotto altri aspetti ma non per la sua storia.

La passione di scrivere per il nostro blog e per i nostri lettori ci porta a scoprire lati di città che fino a poco tempo prima non conoscevamo.

Rimini è l’ideale per un weekend all’insegna della cultura. Il suo Ponte romano e gli archi che delimitano le piazze storiche fanno della città un vero gioiello tutto da scoprire.

Un’altra chicca che vi proponiamo e che purtroppo era chiusa il sabato pomeriggio è la Biblioteca Gambalunga con le sue sale antiche e i volumi storici. Se ne avete la possibilità approfittatene per una visita! L’ultimo sabato del mese al mattino è possibile partecipare a visite guidate su prenotazione.

Speriamo di avervi svelato un lato di Rimini che non conoscevate! Al prossimo “sabato del villaggio”!

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

2 thoughts on “COSA VEDERE A RIMINI, CENTRO STORICO

    1. Ciao Domenica!!! È proprio vero, è una città nella quale non ci si annoia mai! Non manca proprio nulla!!! Grazie cara!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *