UNA GIORNATA AL CAIRO TRA PIRAMIDI E MUSEO

Trovandomi a Sharm El Sheikh ho voluto assolutamente fare una scappatina al Cairo per vedere le Piramidi di Giza, e il Museo Egizio.

Ricordiamo che la Piramide di Cheope è la più antica delle sette meraviglie del mondo antico, ed anche l’unica ad essere rimasta parzialmente intatta, risale al 2500 a.C.

Essendo una collazionatrice delle 7 meraviglie del mondo moderno, potevo mai perdermene una del mondo antico? Sia mai!



Booking.com

 

COME RAGGIUNGERE IL CAIRO DA SHARM

La via più semplice e veloce è quella dell’aereo che da Sharm impiega circa un’ora per arrivare al Cairo. Sappiate che gli aerei non sono proprio di ultima generazione e quindi se non ve la sentite abbiamo l’alternativa per voi!

Si tratta dell’autobus, certo è un po’ lunga ma è fattibile. Io l’ho fatta.

Il viaggio è di circa 6 ore, la distanza tra Cairo e Sharm el Sheikh è di 500km, attraverserete il deserto del Sinai passando per il canale di Suez.

Ci sono diverse agenzie che si occupano di escursioni in giornata da Sharm al Cairo. La gita consiste nella visita al museo egizio, alle piramidi, la navigazione sul Nilo e il pranzo.

Si parte alla mattina prestissimo e si ritorna in nottata. Mal che vada ve la dormite in pullman. Sono molto comodi e ben tenuti.

Abbiamo utilizzato l’agenzia locale Belugasharm.

 

IL CAIRO COSA VEDERE:

Il Cairo è la capitale dell’Egitto, sorge sul fiume Nilo e l’impatto è devastante.

Pensate ad una metropoli con quasi 20 milioni di abitanti, caldo, gente ovunque e confusione.

Nel cuore della città si trovano piazza Tahrir e il grande Museo egizio, dove potrete ammirare le mummie, gli oggetti d’oro del faraone Tutankhamun e numerosi reperti storici.

Nel cuore del Cairo si può visitare la Cittadella, in arabo El Kala, edificata dal grande Saladino dove all’interno domina la famosa moschea di Muahammad Alì costruita in alabastro bianco.

 

IL MUSEO EGIZIO DEL CAIRO

Ammetto che la storia in generale non mi è mai piaciuta ma quella dell’antico Egitto mi affascinava! L’ho sempre studiata con passione e curiosità ed eccomi qui a tu per tu con questa meravigliosa raccolta custodita nel museo del Cairo!

I reperti più antichi, nel Museo Egizio del Cairo, sono risalenti a tre millenni prima di Cristo.

Molte sono le opere d’arte che andrebbero viste:

  • la scultura della regina Hatshepsut,
  • il volto di Nefertiti,
  • la statua e l’altare di Akenaton,
  • la piccola statuetta di Cheope.
  • la statua di Ka-Aper,
  • il nano Seneb e la sua famiglia,
  • i modellini di soldato di Assiut,
  • la statua in diorite nera di Chefren

IL MUSEO EGIZIO DEL CAIRO

Un susseguirsi di antiche colossali statue come quella di Ramses II, la copia della Stele di Rosetta, il blocco calcareo del Faraone Amenophi III e la Regina Tiyi.

Anche se….i pezzi più importanti li troviamo nella Sala Tutankhamon ed il suo tesoro, nella collezione dei reperti rinvenuti nella sua tomba trovata intatta nella Valle dei Re, dall’archeologo inglese Howard Carter nel 1923.

Tutankhamon, era un faraone che regnò per soli nove anni (1336-1327 a.c.).

Morì giovanissimo, appena diciottenne per cause sconosciute.

La sua tomba rimase inviolata fino appunto alla scoperta di Howard nel 1923. All’interno erano custoditi 5000 oggetti, oltre agli organi estratti del faraone stesso, animali, gioielli, cofani, statue e via dicendo.

Da ammirare le seguenti cose:

Il trono di Tutankhamon è in legno e rivestito d’oro, le gambe sono zampe di leone. Lo schienale è intagliato con la raffigurazione del re e della regina.

Il cofanetto di alabastro dove venivano deposte le viscere durante l’imbalsamazione.

Il sarcofago del faraone custodito all’interno di 4 altari e la famosissima maschera di Tutankhamon. Sarei stata ore ad ammirarla.

La maschera è alta 54 centimetri, larga 39 centimetri e profonda 49 centimetri. È costituita da due strati d’oro di alta caratura e pesa 10 chilogrammi!

LA MASCHERA DI TUTANKHAMON MUSEO EGIZIO,CAIRO

Potrete ammirare anche delle mummie, e rimarrete esterrefatti e increduli davanti alle bendature.

LE PIRAMIDI D’EGITTO

Ed ecco che viene la parte più attesa, quelle delle piramidi.

Affiorano in lontananza dalla sabbia del deserto, mille sfumature di arancione, ecco le piramidi di Cheope, Chefren e Micerino.

La Piramide di Cheope è l’unica delle 7 meraviglie del mondo antico ancora visibile e la più antica.

E’ stata realizzata, secondo alcuni egittologi, come tomba per il faraone Khufu(o Cheope). Alcune delle pietre che costituivano il rivestimento esterno sono ancora visibili intorno alla base. All’interno della piramide ci sono tre stanze: la camera ipogea scolpita nella roccia e in alto, la Sala della Regina e quella del Re, anticamente alta circa 146 metri.

La grande piramide fu costruita con 2.300.000 blocchi di pietra calcarea, ognuno dal peso medio di due tonnellate e mezzo. Resta un mistero come abbiano fatto a costruirla, senza mezzi meccanici in mezzo al deserto impiegando migliaia di uomini per interi decenni.

LA PIRAMIDE D'EGITTO

E poi c’è lei, la Sfinge, che veglia su tutto il complesso.

Questo singolare animale, con la testa umana e il corpo di leone, resta un mistero così come tutta la millenaria e affascinante storia Egizia.

Gli studiosi hanno rilevato un preciso allineamento dell’intero complesso formato dalla Sfinge e dalla Piramide di Chefren con il sole al tramonto sia durante gli equinozi, che durante i solstizi.

IL CAIRO SFINGE E PIRAMIDE

LA SFINGE E LA PIRAMIDE, IL CAIRO

Riflettendo nel silenzio mistico del deserto, rientriamo al Cairo dove ci aspetta una navigazione del fiume Nilo.

NAVIGAZIONE DEL FIUME NILO:

ll Nilo è il fiume africano che con i suoi 6.853 KM è considerato il più lungo al mondo.

La civiltà Egizia è dipesa da questo fiume fin dai tempi più remoti, basti pensare che la maggior parte delle sue città e dei siti storici è costruita lungo la Valle del Nilo, a nord di Assuan.

Il Nilo attraversa 7 paesi: Egitto, Tanzania, Sudan, Sudan del Sud, Uganda, Ruanda e Burundi. Escluse alcune porzioni del suo bacino demografico in Congo, Etiopia, Eritrea e Kenya.

Capirete che una navigazione seppur breve in queste acque, vi farà percorrere con la mente migliaia di anni a ritroso nel tempo.

A bordo di tipiche imbarcazioni e cullati dalle sue acque placide ci siamo goduti la vista del Cairo da una prospettiva diversa.

Numerosi locali e ristoranti si susseguono e si contrappongono alla pace che regna sul fiume Nilo.

La gita si conclude con un pranzo proprio in uno di quei ristoranti che offrono piatti locali. Dobbiamo dire che ci hanno deliziato il palato!

FIUME NILO IL CAIRO

PENSIERI DAL MONDO:

Questa giornata al Cairo è stato un susseguirsi di emozioni. Ci siamo immersi nella cultura millenaria Egizia, tra reperti archeologici, tombe di faraoni e mummie.

Abbiamo visto una meraviglia del mondo antico, la piramide di Cheope e una guardiana speciale, la Sfinge.

I nostri occhi hanno brillato davanti a questo scenario surreale e questo luogo mistico rimarrà impresso per sempre nei nostri cuori.

Raccontateci le vostre esperienze, siamo curiosi di conoscere il vostro punto di vista!

 

 

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *