SHARM EL SHEIKH, MARE E NON SOLO

Sharm El Sheikh fino a qualche decennio fa era uno dei tanti villaggi di pescatori nella penisola del Sinai. Ad oggi la possiamo definire una località turistica internazionale e all’avanguardia.

La cosa che attira maggior parte dei turisti è la sua barriera corallina che nasconde veri gioielli in grado di accontentare professionisti e non.

Non dimentichiamo che a Sharm El Sheik esistono anche resort di alto livello e una sviluppata vita notturna.

Insomma non resta che partire…la scopriamo insieme?



Booking.com

 

SHARM EL SHEIKH VILLAGGIO :

Per la scelta del villaggio a Sharm El Sheik avrete una serie infinita di soluzioni. L’unica cosa che vi consigliamo è quella di informarvi se la spiaggia dell’hotel è accessibile, questo perché in molte zone la barriera corallina arriva fino a riva e la balneazione risulta difficile se non dal pontile.

A tal proposito vi consigliamo il Sea Life Resort dove ci siamo trovati molto bene sia in termini di trattamento che di spiaggia. Il resort è molto ben tenuto e la cucina è varia. Trattamento all Inclusive.

Una bella piscina centrale, un ristorante internazionale e un bar panoramico molto bello dove passare le serate fumando narghilè oltre a spettacoli serali davvero interessanti.

La spiaggia è discretamente spaziosa, l’accesso al mare è agevole e la barriera incantevole. C’è anche un pontile dal quale potrete tuffarvi per fare snorkeling oltre la barriera corallina.

Sea Life Resort

Sharm El Sheikh mare

COSA VEDERE A SHARM EL SHEIKH:

Sharm El Sheikh è una località turistica in grado di offrire ai suoi visitatori molte alternative.

SHARM OLD MARKET:

Il centro storico di Sharm El Sheikh ospita il souk della città con bazar, negozi di spezie, botteghe d’artigianato, oltre a cafè e bar. La città vecchia è dominata dalla moschea di Al Sahaba, un imponente edificio in stile ottomano di recentissima costruzione. Volete sapere una curiosità su questa moschea? E’ stata progettata dall’architetto egiziano Fouad Tawfik Hafez gratuitamente! Che generoso!

VITA NOTTURNA A NAAMA BAY:

Naama Bay è il fulcro del divertimento di Sharm El Sheikh.

Anche Naama Bay un tempo era abitata da pescatori, poi dopo un vertiginoso sviluppo è diventata una zona turistica rinomata. La via principale è un susseguirsi di locali, ristoranti, cafè, alcuni di fama internazionale come l’Hard Rock Cafè, o il Pachà.  La sera è il momento migliore per rilassarsi in uno dei tanti locali, assistendo a uno spettacolo di danza locale e perchè no, fumando un narghilè.

Ci sono anche parecchi negozi di souvenir, bigiotterie, articoli artigianali e profumi.

 

ESCURSIONI IN GIORNATA DA SHARM EL SHEIKH:

Le possibilità di escursioni in giornata da Sharm El Sheik sono diverse ma sicuramente quella per noi imperdibile è il Cairo, ne abbiamo parlato in un articolo a parte per darle maggiore importanza. Comprende la visita al museo egizio, alle piramidi e una breve navigazione sul Nilo. Leggete QUI!

 

Gli amanti dello snorkeling non dovrebbero perdersi le seguenti 2 escursioni: Ras Mohammed e Blu Hole.

RAS MOHAMMED:

Il Parco Marino di Ras Mohammed è il luogo migliore dove fare snorkeling a Sharm el-Sheikh, se non addirittura in tutto il Mar Rosso. Oltre alla barriera corallina troverete spiagge di sabbia fine molto vaste che regalano la possibilità di entrare in acqua in modo agevole e sicuro.

Ras Mohamed, Sharm El Sheikh

Ras Mohamed, Sharm El Sheikh

Prima di giungere alla spiaggia, si valica la porta di Allah dove enormi massi colorati sono disposti sulla sabbia a formare la scritta “Allah” che risulta leggibile in entrambe le direzioni (palindroma).

Ras Mohamed

Indossata la muta ci siamo immersi nel paradiso subacqueo che il Mar Rosso attraverso il suo reef è in grado di offrire.  L’acqua degrada in modo dolce ma una volta arrivati sulla barriera corallina il mare diventa subito molto profondo, fino a 40 metri.

Annalisa a Ras Mohamed, Sharm El Sheikh

Vedrete una moltitudine di pesci chirurgo, pesci farfalla, trombetta, napoleone e chi più ne ha più ne metta!

In questa zona è d’obbligo un bagno nel Lago Magico: qui l’acqua è sempre calda e vi arriverà sotto al ginocchio per metri e metri. Perché fare un bagno qui? Bè semplice, si mormora che verrà esaudito il vostro desiderio più grande! Come astenersi allora!

 

DAHAB E IL BLU HOLE:

Dahab è una piccola cittadina di 1300 abitanti distante da Sharm El Sheikh circa 100 KM.

Anch’essa nasce come piccolo villaggio di pescatori, ora divenuta centro turistico e balneare della costa Sud-Orientale della penisola del Sinai.

La città si divide in due parti: quella più turistica e moderna, con ristoranti vista mare, negozi per surfisti e di souvenir che mantiene comunque lo stile e la cultura egizia. La parte più bella e autentica rimane nella parte vecchia e interna della città con la sua moschea e i bar popolati da giocatori di domino.

Proseguiamo per la tappa più attesa, il famoso Blu Hole o buco blu.

Esso consiste in una profondissima depressione marina – parliamo di centinaia di metri dalla superficie – la cui origine è piuttosto misteriosa: si pensa ad un meteorite caduto o a un terremoto, che avrebbe creato questa enorme cavità nel fondale marino.

Ci si ferma prima in una tenda beduina dove danno istruzioni su come proseguire per lo snorkeling nel buco blu per via delle forti correnti.

Blu Hole, Sharm El Sheikh

Accompagnati da una guida locale, ci immergiamo in quello che ci viene presentato come un vero paradiso per snorkeling e diving. Pensate che ad oggi pare che nessuno sia mai riuscito a raggiungere il fondo.

Un’esperienza unica.  Si raggiunge lateralmente partendo a nuoto dalla riva e arrivando sul bordo del Blu Hole (del buco) si ha come una sensazione di precipitare sul fondo ma tranquilli, è solo una sensazione. Il reef è coloratissimo e ci sono una miriade di pesci di varie specie che volteggiano tra le onde, anemoni, stelle marine e affilatissimi coralli.

La limpidezza dell’acqua permette di vedere fino a venti metri di profondità.

MOTORATA NEL DESERTO:

Per gli amanti del deserto invece vi consigliamo la classica “motorata” a bordo dei Quad.

Il divertimento è assicurato e l’impolverata anche. Tenetelo presente e vestitevi in maniera adeguata, soprattutto per quanto riguarda le scarpe se le dovete usare per il resto del soggiorno.

Motorata nel deserto, Sharm El Sheikh

Abbiamo contemplato il deserto che con il suo fascino e misticismo riesce a trasmettere una grande pace interiore. I suoi colori tendono dal giallo all’arancio e trovano nel tramonto il momento più bello per poterli ammirare. Con i quad ci siamo addentrati fino al villaggio beduino dove una tenda era stata allestita e ci ha ospitato per la cena, beduina appunto. Abbiamo mangiato molto bene, state solo attenti a quello che bevete e ai cibi crudi, evitateli come da protocollo.

Il nostro consiglio è questo: Siccome di escursioni nel deserto ce ne sono diverse, cercate di prenotarne una che parte nel pomeriggio con cena nella tenda beduina, così potrete ammirare il tramonto nel deserto e rientrare con la luce del firmamento.  Uno spettacolo unico.

Tramonto nel deserto Sharm El Sheikh

PENSIERI DAL MONDO:

Un viaggio a Sharm El Sheikh è una meta da inserire nel vostro taccuino da viaggiatore.

Una località completa, capace di coniugare diversi fattori: relax grazie alle sue spiagge assolate, storia per via della sua cultura millenaria del Cairo (raggiungibile in giornata), sport con il nuoto, snorkeling o sub sulla sua splendida barriera corallina e divertimento con gli animali locali di Naama Bay. Da segnalare anche il Monastero di Santa Caterina che noi non abbiamo avuto tempo di visitare però…

Non manca nulla a Sharm El Sheikh, non vi resta che scoprirla se non l’avete già fatto!

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *