UNA GIORNATA A BORDO DI UN TRENO A VAPORE

Il treno a vapore è stato sempre un sogno per noi e percorrere una tratta a bordo è diventato realtà grazie alla Fondazione Ferrovie dello Stato che ha allestito un convoglio d’epoca diretto al Lago d’Iseo!

Come viaggiatori apprezziamo gli spostamenti lenti che ci permettono di assaporare i luoghi che ci circondano e il treno a vapore è la miglior soluzione per far sì che ciò avvenga.

treno a vapore

 

Siamo partiti dalla stazione di Brescia il 1° luglio con una locomotiva modello 740.278 viaggiando su carrozze Centoporte e Corbellini destinazione Pisogne sul lago d’Iseo con fermate in varie località tra le quali Iseo e Sulzano.

Il treno è arrivato in stazione fischiando, fumando e borbottando come una caffettiera in piena ebollizione.

E’ stata un’emozione vederlo fermarsi, avevamo davanti a noi un pezzo di storia, chissà quante vite ha incrociato e quante storie di passeggeri ha ascoltato nei suoi anni di attività.

treno a vapore locomotiva modello 740.278

treno a vapore locomotiva modello 740.278

treno a vapore locomotiva modello 740.278

 

treno a vapor

locomotiva modello 740.278

TRENO A VAPORE

Entrato a far parte della storia ferroviaria nel 1922, anno di costruzione, la Gr.740.278 uscì di scena nel 1977 dopo quasi 60 anni di onorata carriera.

Nel 1997 fu rimessa in pressione ed utilizzata per le l’effettuazione di treni storici su tratte turistiche.

La serie 740 migliorò la serie 730 già esistente e fu costruita in 470 esemplari.

Può viaggiare ad una velocità massima di 60 KM orari, con una potenza di 980 Kw. Le scorte di carbone che può contenere sono di 6 tonnellate.

Le Carrozze Corbellini  costruite a metà del 1900 prendono il nome dal Ministro dei Trasporti del tempo.

Furono concepite come carrozze di terza classe, riclassificate più tardi come prima/seconda classe, trasportano da 60 a 90 passeggeri circa a seconda del modello e sono riscaldate.

I sedili in legno sono provvisti di imbottiture e sono più eleganti delle carrozze Centoporte.

Carrozza Corbellini

Carrozza Corbellini

Le Carrozze Centoporte , chiamate così per le numerose porte che servivano per un rapido carico/scarico dei passeggeri, furono progettate nel 1928  e contenevano fino a 78 persone.

Carrozza Centoporte

treno a vapore carrozza centoporte

treno a vaporE

treno storico

treno storico

CURIOSITA’ TRENO A VAPORE

I treni storici sono di proprietà di Fondazione FS che, dal 2014, organizza eventi in tutta Italia.

A bordo dei treni, spesso, vi sono dei volontari che coadiuvano il personale ferroviario con estrema

serietà e competenza e sono pronti a dare qualsiasi informazione ai viaggiatori.

 

IL PERCORSO A BORDO DEL TRENO A VAPORE

La linea Brescia-Pisogne si snoda attraverso splendidi paesaggi, passando dapprima la zona del Franciacorta ricoperta di viti appunto famosa per i suoi vini per poi attraversare le torbiere dove una volta si estraeva la torba.

Il percorso finesce sul lago d’Iseo mostrando fantastici scorci sulle sue sponde  e sulla  Valcamonica.

Potrete ammirare tutta questa meraviglia in un unico viaggio, comodamente seduti in carrozza, con il rumore inconfondibile del treno a vapore in sottofondo che vi accompagnerà per tutto il percorso.

TRENO STORICO PISOGNE

TRENO A VAPORE

TRENO STORICO

LAGO D'ISEO

LAGO D'ISEO

PISOGNE IN TRENO D'EPOCA

TRENO A VAPORE, LE TAPPE:

Le tappe che valgono una visita sono sicuramente:

  • Iseo, importante centro turistico dal quale potrete comodamente raggiungere, in pochi minuti di navigazione
  • il Monte Isola
  • Pisogne che sorge sulla sponda nord orientale del lago.

A Pisogne troverete un bellissimo lungolago in cui passeggiare, la chiesa si S. Maria Assunta dell’800 e la Torre Civica.

PENSIERI DAL MONDO

Questa giornata a bordo del treno a vapore è stata indimenticabile.

Ci ha fatto rivivere i viaggi di un tempo, quelli che i nostri genitori ci hanno più volte raccontato.

Lo spostamento lento, come dicevamo, consente di catturare più particolari possibili e di cogliere l’essenza del viaggio; ascoltando i rumori e percependo i profumi della natura attorno attraverso un finestrino aperto.

La cosa che ci è rimasta impressa e ci viene alla mente scrivendo questo pensiero è il suono degli sbuffi del vapore e il fischio.

Le immagini più belle invece sono i sorrisi e le facce meravigliate delle persone al passare del treno; increduli e illuminati da tanta bellezza, quella di una volta, fatta di semplicità.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *