CROCIERA CARAIBI, VIRGIN GORDA,MARTINICA,DOMINICA,ST.KITTS E ST. JOHN

Oggi vi parliamo della nostra seconda crociera nei Caraibi e precisamente a Tortola, Virgin Gorda, Martinica, Dominica, St Kitts e St John a bordo di Celebrity Summit con partenza da San Juan di Portorico dove abbiamo passato qualche giorno per il capodanno.


 

Booking.com

 

 

DETTAGLI NAVE DA CROCIERA:

Celebrity Summit è una nave da crociera varata nel 2001 e rimodernata nel 2016.

La compagnia Celebrity appartiene a Royal Caribbean.
La capacità dei passeggeri è di 2034 ed è lunga 294 metri . Potrete scegliere tra le 975 cabine di diversi livelli. La moneta a bordo è il dollaro e si parla inglese.

Troverete un ristorante principale con vista mare a buffet oppure il Cosmopolitan Restaurant à la carte con cucina internazionale e molto elegante.

Molto bello anche il Normandie Restaurant ispirato al transatlantico francese.

Numerosi i bar e lounge tra cui il Rendez- Vous, il Waterfall Grill/Cafè e il Cova Cafè.

Per il divertimento non avrete che l’imbarazzo della scelta. Teatro,cinema,casinò discoteca. Frequentata da giovani sud americani (con partenza da Portorico) l’esperienza a bordo sarà molto divertente con balli estenuanti!

Non mancano piscine con idromassaggi e zone relax, la Spa, la palestra e la pista per jogging.

Per un po’ di shopping recatevi all’Emporium!

La pulizia è impeccabile e il cibo sensazionale come il servizio del resto.

 

 

Ora passiamo alle tappe visitate con questa crociera.

VIRGIN GORDA:

La nave da crociera ha fatto tappa a Tortola su questa magnifica spiaggia:

 

…ma noi ci eravamo messi in testa di visitare Virgin Gorda e più precisamente The Bath and Devil’s National Park. Ci abbiamo messo un po’ per arrivare ma quello che abbiamo visto ci ha ripagato di tutto….

Virgin Gorda è la terza isola più grande dopo Tortola e Anegada  dell’arcipelago delle isole Vergini Britanniche.

A Tortola abbiamo preso un taxi per il porto e il traghetto per Virgin Gorda poi abbiamo preso un bus che ci ha scaricato all’entrata del Parco. Dopo un sentiero si arriva ad una prima spiaggia  Devil’s Bay bellissima che più che portare alla mente il diavolo come dice la parola sinceramente porta alla mente solo il paradiso!

 

Da qui parte un percorso un po’ impegnativo in mezzo a enormi massi, in una parte del percorso si cammina nell’ acqua e finalmente si giunge a The Bath, una baia da favola con acqua cristallina, enormi massi granitici sembrano essere esplosi e caduti in un perfetto equilibrio naturale.

La fatica era stata ripagata da un solo secondo di contemplazione di questo paradiso terrestre, ce l’avevamo fatta! Avevamo raggiunto il nostro obiettivo!

 

MARTINICA:

 

Martinique, è un’isola delle Piccole Antille con capoluogo  Fort-de-France e si trova al centro dell’arcipelago dei Caraibi. L’isola è bagnata a est dall’Oceano Atlantico e a ovest dal Mar dei Caraibi.

Il porto di sbarco della crociera a Martinica è proprio Fort-de-France. La lingua ufficiale è il francese e la moneta è l’Euro per cui non dovrete cambiare in valuta.

I taxi a Martinica non sono economici e consigliamo di usare i mezzi pubblici o i traghetti come abbiamo fatto noi.

Abbiamo previsto per questa giornata una spiaggia e la visita alla capitale.

Come spiaggia abbiamo scelto Pointe du Bout raggiungibile con il traghetto. Dalla nave seguite il percorso indicato che in circa 10 minuti a piedi vi porterà al porto dei traghetti per andare a Pointe du Bout. Il costo è di circa € 7 andata e ritorno e il tempo di percorrenza circa 20-30 minuti.

Pointe du Bout si trova a Trois-Ilets nella parte sud occidentale dell’isola bagnata dal mar dei Caraibi.

La bianca spiaggia è per metà attrezzata di fronte all’hotel Bakoua e a piedi potrete raggiungere la parte libera.

L’acqua è calma e trasparente, ideale per una bella nuotata e un po’ di relax.

Il paese alle spalle della spiaggia è in tipico stile francese creolo , troverete negozi di artigianato e souvenir molto belli.

Trois-Ilets è il luogo dove è nata nel 1763 Giuseppina, moglie di Napoleone Bonaparte e imperatrice di Francia.

Fort-de-France come dicevamo è il capoluogo della Martinica e la più grande città delle Antille Francesi. Nel centro potrete ammirare edifici di inizio secolo e diversi monumenti.

Sono numerosi i siti di interesse tra cui spiccano i giardini botanici di Balata con 3000 specie esposte, il Vulcano Pelè famoso per aver distrutto nel 1902 la città di Saint Pierre.

La cattedrale Saint Louis costruita nel 1895 con il campanile alto 57 metri e il Forte di Saint Louis del 1640.

Se volete un po’ di fresco recatevi al parco La Savane in centro città e troverete anche la Statua di Giuseppina Bonaparte.

Molto carino il Marchè du legumes, il mercato di frutta, legumi e artigianato aperto tutti i giorni dalle 6 alle 15.

Un’esplosione di colori e un ambiente nel quale potrete familiarizzare con la gente del posto sempre molto cordiale. La struttura era stata costruita nel 1901 ma restaurata nel 1989 dopo il passaggio di un uragano.

DOMINICA:

Conosciuta come l’isola più verde dei Caraibi per il suo paesaggio montuoso  ricoperto dalla fitta vegetazione, quindi gli scorci panoramici sono incantevoli. Vista la lussureggiante vegetazione potrete immaginare che piove parecchio per cui portatevi un K-way.

Dominica fa parte dell’arcipelago delle Sopravento nelle Piccole Antille. la lingua ufficiale è l’inglese ma la più parlata è il creolo,simile al francese.

Deve il suo nome a Cristoforo Colombo che l’avvistò il 3 novembre del 1493, una domenica, appunto.

Dominica è differente dalle altre isole Caraibiche, si caratterizza per le foreste pluviali, i laghi, le sorgenti termali e duecento fiumi che la attraversano formando meravigliose cascate.

Non è particolarmente famosa per le spiagge quindi vi consigliamo di partecipare ad una escursione organizzata quando scendete al porto, per visitare il suo interno.

Il Parco Nazionale Morne Trois Pitons è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997. Il parco è sovrastato dal  Morne Diablotin, la vetta più alta dei Caraibi Orientali con i suoi 1447 metri d’altezza.

Imperdibile la visita alle Trafalgar Falls che si trovano nella foresta e una visita al Boiling Lake, il secondo lago di vapore più grande del mondo con una temperatura delle acque che oscilla tra gli 80 e i 90 gradi.

La capitale è Roseau. Il centro è piccolo e in stile coloniale francese.

Fate un giro tra le sue strade e vi accorgerete che Dominica è piuttosto indietro rispetto alle altre isole Caraibiche.

La piazza del Vecchio Mercato sulla quale avveniva la tratta degli schiavi forma il centro città e attraverso la zona pedonale porta dritto al porto dove attraccano le navi da crociera.

Il lungomare di Bay Street è piacevole per una passeggiata ammirando le baie che si susseguono tutte di sabbia scura. Termina al mercato di frutta e verdura.

A Roseau troverete anche una fortezza settecentesca, Fort Young, su Victoria Street. I monumenti più importanti sono la chiesa di St. George, la Public Library, il Tribunale e la Government House.

 

SAINT KITTS & NEVIS:

Saint Kitts & Nevis è uno stato insulare dell’America Centrale delle Piccole Antille formato da 2 isole, St Kitts e Nevis e fa parte di una federazione britannica.

La Capitale è Basseterre e la lingua ufficiale è l’inglese.

Come sempre abbiamo concentrato la nostra visita ad una spiaggia e al centro città.

St. Kitts è ricoperta di piantagioni di canna da zucchero , da foreste pluviali e da spiagge.

A Basseterre sono presenti sia chiese cattoliche come l’Immacolata Concezione che anglicane come quella di St. George di Basseterre che fu costruita nel 1670 dai francesi , bruciata dai soldati inglesi e ricostruita nel 1710.

Nel centro città potrete vedere anche il Memoriale Berkeley di Basseterre, costruito nel 1883 e simbolo di St Kitts, una torretta in ghisa verde ornata da quattro orologi.

La più bella spiaggia dell’isola è Cockleshell Bay, di sabbia dorata a mezza luna. Non ci ha entusiasmato particolarmente anche se l’acqua è calma  e limpida. E’ possibile praticare canoa e sport acquatici. Ci sono lettini ,ombrelloni, bar e ristoranti. La parte estrema della spiaggia è libera e più appartata.

La spiaggia è raggiungibile con un taxi.

Lungo la strada di rientro potrete vedere il punto dell’isola in cui Oceano Atlantico e Mar dei Caraibi si incontrano, increspandosi tra loro con potenti onde.

 

ST. JOHN:

St. John è un’ isola che fa parte delle Piccole Antille e appartiene all’arcipelago delle isole Vergini Americane.

La tappa della nave da crociera in realtà è stata St Thomas ma siccome l’avevamo già vista in una precedente crociera abbiamo deciso di visitare St. John, distante solo tre miglia di mare da St.Thomas. Venti minuti di barca a motore o di traghetto per giungere al porticciolo di Cruz Bay.

St John è la più piccola isola dell’Arcipelago e copre circa 43 chilometri quadrati.

E’ un’isola ancora intatta che ci ha particolarmente affascinato, è un vero paradiso tropicale.

E’ la sede del National Park delle Vergini Americane, territorio naturale protetto marino e terrestre.

Abbiamo deciso, all’arrivo al porto di dirigerci subito in una delle sue paradisiache spiagge e precisamente a Trunk Bay, una delle più belle al mondo con i tipici bus colorati e aperti.

La spiaggia è incredibilmente bella, i colori accecanti della sabbia bianca e dell’acqua azzurra. Il panorama intorno è immerso nella vegetazione.

Si può fare snorkeling e c’è un noleggio di pinne e maschere. Esiste un percorso subacqueo evidenziato da segnaletica per l’individuazione dei coralli. Vedrete numerosi pesci coloratissimi e se siete fortunati anche tartarughe!

St. John è stata sicuramente insieme a Virgin Gorda la migliore tappa a livello di spiaggia della crociera.

PENSIERI DAL MONDO:

Di questa crociera ci portiamo a casa i colori di The Bath a Virgin Gorda e il lungo percorso per raggiungerla, la natura esplosiva di Dominica e purtroppo la povertà di un isola di per sé poco fortunata e continuamente colpita dagli uragani. La bellezza di St John, dei colori del suo mare e di quell’uomo disteso all’ombra sulla spiaggia che ci piace pensare sia sempre lì ad attenderci per un nostro eventuale ritorno….



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *