PHUKET, LA PERLA DELLE ANDAMANE

Phuket conosciuta anche come la perla delle Andamane è la più grande isola della Thailandia e si trova appunto sul mare delle Andamane. Una vacanza a Phuket comprende spiagge, foreste tropicali, falesie di calcare incastonate nel mare, risaie e piantagioni tipiche dei paesi tropicali.

Ha una superficie di 543 km² , è lunga 48,7 km e larga 21,3 km.

.

COME RAGGIUNGERLA:

Potrete arrivare a Phuket con varie compagnie che fanno scalo nelle principali città europee e a Bangkok. Dall’aeroporto di Bangkok diverse compagnie effettuano voli interni come per esempio Air Asia.  Il volo in tutto dura all’incirca 12 ore. Il visto non è necessario se rimanete nel paese fino a 30 giorni.

Se non avete molto tempo a disposizione e non riuscite a fermarvi dei giorni a Bangkok, ritagliatevi almeno uno scalo lungo come abbiamo fatto noi e visitate il Grande Palazzo Reale, vi lasciamo il link dell’articolo:

IL GRANDE PALAZZO REALE DI BANGKOK

 

COME SPOSTARSI:

Sicuramente il mezzo migliore e anche il più divertente è lo scooter che potrete noleggiare a prezzi economici direttamente in loco, chiedete all’hotel nel quale dormirete (€ 5 al giorno).

 

DOVE DORMIRE:

Noi abbiamo scelto di soggiornare in zona Kata Beach, scelta rivelatasi azzeccatissima per noi.

La zona è piena di negozi e ristoranti e c’è parecchia vita.

Per chi cerca però vita notturna consiglieremo di dirigersi verso Patong.

La nostra guesthouse era  Elcidium a Kata, che non si trova sulla via principale e che quindi è in una zona silenziosa.

Le camere sono pulitissime e spaziose. Il personale gentile, un inchino ogni volta che chiedi qualcosa.

Per prenotare un hotel sui booking, cliccate qui:

PRENOTA CAMERA



Booking.com

PERIODO DI VIAGGIO:

Febbraio, 1 settimana. Il periodo migliore per visitare Phuket è nel nostro inverno, da ottobre ad aprile quando non soffiano i monsoni e il clima è secco.

 

SPIAGGE:

Kata Beach

La bellissima e piacevole Kata Beach, è una località che attrae numerosi visitatori per le sue sabbie bianche con palme da cocco e per le sue acque color smeraldo. Ci sono tanti ristoranti tipici e internazionali, vita notturna e diversi negozi di souvenir.

Oltre ad essere la spiaggia del nostro hotel era anche il nostro punto fisso per godere del meraviglioso tramonto che regala ogni sera. Un venditore ambulante in prossimità della spiaggia cuoce buonissime spighe da gustare con un drink guardando i meravigliosi colori arancioni del calar del sole.

Karon Beach

La spiaggia di Karon è più indicata per le famiglie o per chi voglia un po’ di tranquillità. Non mancano numeroso ristoranti e negozi di souvenir.

La spiaggia è bianca e soffice e il mare calmo.

In loco c’è una comunità di artisti dove in capanne espongono le loro creazioni.

Kamala Beach

Kamala Beach è una baia molto bella che si trova a Nord di Patong Beach. La vita qui è rilassata, il mare calmo, bello e la spiaggia bianca.  L’atmosfera è quella di un vecchio villaggio di pescatori, nonostante ci siano resort sulla spiaggia. Troverete ottimi  ristoranti all’aperto e diversi bar. A Kamala Beach si trova il famoso Phuket Fantasea, un immenso Parco Culturale Tematico che propone spettacoli serali davvero interessanti.

Kata Noi Beach

La bella baia di Kata Noi si trova a sud di Kata. Spiaggia adatta al nuoto, snorkeling e sport acquatici. Se vi incamminerete a piedi verso Nai Harn avrete una magnifica veduta sulle altre spiagge di Kata,Karon e la stessa Kata Noi.

 

Laem Sing Beach

Una pittoresca spiaggia circondata da una vegetazione fittissima e un mare turchese. Raggiungibile a piedi attraverso un sentiero è un vero gioiello dell’isola di Phuket. Numerose formazioni rocciose abbelliscono e donano valore a questa baia, ideale anche per lo snorkeling. Potrete visitarla anche con una gita organizzata.

 

Nai Harn Beach

La nostra spiaggia preferita. Il mare è turchese, la spiaggia ampia e costeggiata di localini econimici nei quali consumare un pasto o bere qualcosa di fresco. La particolarità di questa baia è il canale (acqua color smeraldo) che costeggia la spiaggia e che si immette nelle sue acque. Nelle vicinanze si trova anche un tempio.

RAWAI BEACH:

Rawai è  un piccolo paesino di pescatori poco turistico conosciuto in cui vivono i cosiddetti “zingari di mare”(I Chao Leh) Sono ancora legati alla loro tradizione di pescatori ed è il posto ideale per  mangiare del pesce. Potrete anche accordarvi con loro per farvi portare con le loro long tail boat (tradizionale imbarcazione Thailandese) nelle isolette vicine.

ESCURSIONI:

In Thailandia abbiamo trovato la migliore organizzazione per quanto riguarda le escursioni rispetto ad altri paesi. Ottima la puntualità,serietà e qualità delle visite.

Potrete prenotare quella che desiderate nelle agenzie locali sparse un po’ ovunque. Noi abbiamo prenotato a Kata. Potrete farlo anche attraverso il vostro hotel ma considerate un prezzo un po’ più alto.

Le escursioni che abbiamo scelto sono le seguenti:

ISOLA DI JAMES BOND – PANG NGA

Siete cresciuti con il mito di James Bond? Allora non perdetevi questa escursione. L’isola è famosa perché qui fu girato il famoso duello del film “The Man with the Golden Gun” nel 1974 (l’uomo dalla pistola d’oro) interpretato da Roger Moore nell’agente 007.

Il  Parco Nazionale Ao Phang Nga (Phang-Nga Bay) è stato istituito nel 1981 per proteggere tutte le isole che costeggiano questo meraviglioso arcipelago.

A Phang Nga Bay c’è una grande baia poco profonda e caratterizzata da formazioni rocciose che sembrano piantate in mezzo al mare. Solitamente si fermano anche in altre isole lungo il tragitto. Nell’escursione era compreso un giro in kayak nel quale si passa attraverso una grotta nella quale occorre stendersi nella canoa perché stretta e si entra in una baia interna circondata da rocce altissime nella quale l’acqua è turchese e ci sono anche le mangrovie.

Un’esperienza magnifica e assolutamente consigliata.

ISOLE SIMILAN:

 

Le isole Similan, fanno parte anch’esse del Parco Nazionale Ao Phang Nga. Si estendono in una superficie di 4170 kilometri quadrati. Sono dei gioielli ancora abbastanza incontaminati. Le spiagge sono candide e le acque di un azzurro accecante.   Da sfondo varie formazioni granitiche dalle forme più strane e una lussureggiante vegetazione. Sono tra le isole più belle che abbiamo mai visto.

L’escursione fa tappa in diverse isole che non hanno un nome ma sono numerate. Tutte meravigliose. In alcune di esse ci sono piccoli e spartani resort che si integrano con l’ambiente circostante per cui se decideste di  fare qualche giorno qui potrete tranquillamente organizzarlo

 

GRANDE BUDDHA:

Escursione che potrete fare in autonomia con un proprio mezzo. Il Grande Buddha è situato in cima ad una collina a nord di Chalong e in punto panoramico su tutta Phuket. Una segnaletica rossa vi guiderà tra i tornanti immersi nei terrazzamenti dei campi di banani. Lungo la strada potrete trovare bar disseminati qua e là, qualche scimmia ed elefanti.

L’enorme Buddha costato 60 milioni di Bath sovrasta tutto il tempio. Proseguite la visita al santuario.

 

PHI PHI  ISLAND:

Le Phi Phi sono un piccolo insieme di isole nel mare delle Andamane. Diventate popolari per essere state il set del film “The Beach” con Leonardo di Caprio del 1999 e precisamente la spiaggia di Maya Bay sull’isola di Ko Phi Phi Lee. Maya Bay è stata per anni presa d’assalto dal turismo di massa con decine di motoscafi che ogni giorno approdavano nella spiaggia. Si è parlato all’inizio dell’anno di una chiusura temporanea per ripristinare gli equilibri e per salvaguardarla.

Le isole principali sono Phi Phi Don e Phi Phi Lee .

Ko Phi Phi è stata devastata dallo tsunami del dicembre 2004, molte strutture sono state distrutte e hanno riaperto nel 2010.

DOVE MANGIARE:

 

Avrete solo l’imbarazzo della scelta a Phuket. Numerosi i ristoranti sulla spiaggia che cucinano buon pesce, nei quali spenderete 5 € , incredibile!

Se volete una buona  pizza potrete andare alla Capannina– Soi Option 1 | Kata Beach. Il gestore è un napoletano sposato con una thailandese che come ci ha raccontato il figlio è miracolosamente sfuggito allo Tsunami del 2004.

 

PENSIERI DAL MONDO:

I nostri pensieri dal mondo della Thailandia sono assolutamente positivi. La Thai è conosciuta come la Terra del sorriso, quello indelebile che ti rimane dentro. Le gentilezza del popolo è quasi imbarazzante per il nostro stile di vita. Quando chiedono una cosa congiungono le mani come in preghiera e fanno un inchino per ringraziare, ogni volta, inesorabilmente.

I paesaggi di Phuket sono incantevoli, foreste rigogliose che incorniciano le bianche spiagge, isole incastonate nel mar delle Andamane che sembrano uscite da un quadro di Van Gogh. Un mix che fa di Phuket l’isola perfetta.

Anche questo viaggio ci ha arricchito e ci ha reso consapevoli che possiamo migliorare conoscendo persone che in qualche modo sanno prendere la vita meglio di noi e che ci possono insegnare qualcosa e la Thai in questo è maestra..

2 thoughts on “PHUKET, LA PERLA DELLE ANDAMANE

    1. Ciao Luana! Grazie!!! È il più bel messaggio che potessimo leggere! “Mi avete fatto sognare”… Il nostro obiettivo è proprio quello di trasmettere a chi legge i nostri articoli un sogno e la nostra passione per il viaggio! Ciao alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *