PARIGI, LA VILLE LUMIERE

PARIGI, LA VILLE LUMIERE

Parliamo di Parigi ,la Ville Lumiere e questo racconto lo dedico a mia madre.

Quante volte l’ho sentita dire che il suo sogno era  andare a Parigi, secondo me ero bambina.

Poi le varie circostanze non hanno mai fatto sì che questo sogno si avverasse,un po’ anche perché mio papà non ama molto viaggiare (chissà da chi ho

preso io!) poi gli anni sono passati e mio padre non se la sentiva più di andare da solo con lei a Parigi. Quando 10 anni fa la scuola propose come gita Parigi, mia madre fece di tutto per farmi andare e disse che era come se ci stesse andando lei E così partii. Qualche anno più tardi  ,all’ennesima esclamazione di mia madre sul suo desiderio di visitare questa città non resisto e la butto lì: e se vi accompagnassi io? Sfoglio il calendario e la mia scelta ricade sul ponte del 1° maggio e incredibile accettano entusiasti!! Non mi sembra vero..il sogno di mia madre può finalmente realizzarsi e sarò io a far sì che questo accada! Prenoto tutto su internet come mio solito, il volo con MyAir (non cercatelo perché non esiste più!) e l’hotel

direttamente sul sito ( alloggiamo all’hotel Amsterdam Court).

COSA ABBIAMO VISITATO:

Ci siamo. E’ il 1° maggio e l’emozione arriva alle stelle, neanche dovessi partire per uno dei miei viaggi lontani ma forse il fatto di accontentare mia madre vale più di un giro ai Caraibi! In fondo glielo devo. Arriviamo a Parigi al CDG, prendiamo il treno e la metro e finalmente siamo in hotel. L’albergo rimane a 10 minuti di camminata dalla tour Eiffel. I miei non si tengono più ed usciamo subito alla volta dell’Arco di Trionfo. La sua imponenza e la sua posizione privilegiata sugli Champs Elisee lo rendono speciale; ma la vera protagonista di Parigi  indiscutibilmente è la Tour Eiffel! Quando scendiamo dalla metro al Trocadero e svoltiamo l’angolo eccola lì, la tour in tutta la sua bellezza. La veduta migliore che si possa avere della protagonista è  proprio da qui  Non posso non notare il gridolino di gioia dei miei nel vederla  proprio davanti ai loro occhi. Non so se sono più contenti loro o io nel vederli così.

Per iniziare al meglio questa vacanza a Paris propongo un bel giro in battello, ovviamente sul Bateaux Mouches che mi ricorda i tempi della scuola! Indimenticabile il

giro di oltre un’ora sulla Senna ammirando Parigi dal battello, si vedono le cose principali. Non volevo fare mancare niente ai miei.

Abbiamo visto anche il tramonto sul Bateau. Che bello! E ora di cena e decidiamo di andare in una Brasserie dove prendiamo dell’ottima carne e spendiamo circa 25 a testa. Il giorno dopo (2/5) decido di portarli a Versailles, prendiamo il treno ed eccoci all’entrata del palazzo ma hanno deciso di venire tutti qui oggi? Serpentoni infiniti di gente, tutti in coda per entrare al castello. Non si affronta e così decidiamo di visitare prima i giardini e infatti là non c’è coda. Entriamo e quello che vediamo non ci par vero 850 ettari di parco di siepi ,di giardini, di fontane, di ghirigori di ogni genere e verde a perdita d’occhio. Allibiti! In più oggi accendono anche le fontane! Noleggiamo una macchinina elettrica ( € 30)  x girare all’interno del parco. La veduta dall’alto è  bellissima ma noi decidiamo di addentrarci  ed è  tutta altra cosa. Una meraviglia. Al pomeriggio, finito il nostro giro ai giardini riproviamo di entrare al castello ma  ancora impossibile e decidiamo di rinunciare  eravamo già contenti cos!

Rientriamo a Parigi e ci dirigiamo a Notre Dame. Bellissima chiesa esternamente e altrettanto bella e grande all’interno. Ceniamo in un’altra brasserie e finiamo la serata con un bel giro sugli Champs Elisee e shopping!! Abbiamo camminato dall’Arco di trionfo fino all’obelisco. La veduta della piazza, dell’obelisco e della Tour Eiffel (in lontananza) illuminati è  davvero incantevole!

Il giorno dopo(3/5) visitiamo il Louvre e non paghiamo come ogni prima domenica del mese (in tutti i musei e chiese). La struttura del Louvre è  davvero stupenda e gli interni di questo museo sono incantevoli come anche le opere che ospita. Un passaggio obbligato alla Monna lisa e alla Venere di Milo ecc.ecc.

Perché adesso non andiamo a Mont Martre? Ma certo e in men che non si dica siamo sulla funicolare. La chiesa del Sacro Cuore è bellissima e soprattutto  stupenda la sua posizione che domina tutta Parigi. Ci perdiamo per le vie di Mont Martre tra pittori di strada e negozietti di souvenir.

Ci dirigiamo verso la zona del Museo dell’Arm e ceniamo in una brasserie della zona. Dopo cena d’obbligo una crepe alla nutella sul Trocadero davanti alla Tour Eiffel illuminata! Come ultima sera niente male!

L’ultima mattinata a Parigi, non voglio davvero che manchi niente così li porto sulla Tour Eiffel, all’ultimo piano! Prendiamo l’ascensore ( 10 cad.) e in pochi secondi ci troviamo proiettati a 276 mt e credetemi lo spettacolo che si gode da lassù è  di impareggiabile bellezza. La Senna, l’Arco di Trionfo, il Louvre, Mont Martre, ma si vede proprio tutto!

PENSIERI DAL MONDO:

Molto semplici i miei pensieri, guardo mia madre e sono sicura di averle fatto un regalo meraviglioso e sono sicura che ricorderà questi giorni per tutta la sua vita!

Annalisa

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *