VIAGGIO TRA I PARCHI DEGLI STATI UNITI

Chi non ha mai sognato di visitare i grandi parchi degli Stati Uniti e di percorrere migliaia di chilometri nelle Route Americane?

Tutto ciò che vi serve è una macchina a noleggio, una carta stradale e un buon CD con musica country.

Oggi vi racconto il mio viaggio attraverso i parchi più famosi.

Il percorso si chiama “Grand Circle” (il grande cerchio) perché inizia e finisce nello stesso punto formando appunto un cerchio.

Ecco il mio programma:

PROGRAMMA STATI UNITI:

Il programma di 2 settimane che ho organizzato negli Stati Uniti è il seguente, mese agosto:

Los Angeles
Grand Canyon
Lake Powell
Antelope Canyon
Horseshoe Bend
Monument Valley
4 Corners
Mesa Verde
Arches
Bryce Canyon
Las Vegas

VOLO:

Volo con Alitalia da Bologna a Los Angeles con scalo a Roma. Durata 12 ore. Necessario il visto ESTA da fare on line.

NOLEGGIO AUTO:

Los Angeles,auto noleggiata con Thrifty ,una  Dodge Durango 4×4! Un mostro!

Da notare, le strade a LA (Los Angeles) sono a 6 corsie e adattarsi subito al traffico Americano soprattutto dopo un volo intercontinentale non è facile ma è fattibile.

DOVE DORMIRE A LOS ANGELES:

Ramada Plaza in zona West Hollywood.



Booking.com

LOS ANGELES:

Il primo giorno mi dirigo subito a Hollywood e la prima cosa che voglio vedere è la Walk of fame , via famosa per le stelle in ottone incastonate nel marciapiedi e dedicate a più di 2000 star. Sulla strada si trova il centro commerciale Moca & Highland che al suo interno ospita il Kodak Theatre dove si svolge la notte degli Oscar. All’esterno strani personaggi si aggirano vestiti da Wonder Woman,Batman, Nightmare…Sono proprio a Hollywood!! Immancabile la vista dell’insegna che sovrasta la città sulla collina con la scritta Hollywood non facile da trovare .

Passo per il Griffith Park e mi dirigo verso Beverly Hills. Attendevo proprio di visitarla ,da bambina guardavo la famosa serie TV e sognavo un giorno di andarci!
Beverly è un’oasi verde con splendide ville dai giardini curati. Rodeo Dr, la via dei negozi dove hanno girato il film Pretty Woman….wow sono proprio qui!

STATI UNITI, LOS ANGELES IO E LA MIA AMICA SIBILLA

SANTA MONICA E VENICE BEACH:

Il giorno seguente dedico la visita a Santa Monica. Sono rimasta estasiata da questa spiaggia degli Stati Uniti, le onde del Pacifico si infrangono su questa vastissima distesa di sabbia, i baywatch vestiti di rosso, le guardiole azzurre e le jeep gialle che girano avanti e indietro, tutto come nei telefilm! L’aria che si respira è frizzante, è California! La gente è alla continua ricerca del fisico perfetto, chi si allena con il personal trainer, chi corre, chi fa esercizi con i bilancieri e chi pattina. Sul molo c’è un parco giochi e diversi negozi di souvenir.
Il centro di Santa Monica è un’area pedonale graziosissima con bei negozi e ristoranti.
Venice Beach è il centro nevralgico della California, la spiaggia più folle che abbia ma visto. La gente più strana si concentra qui. La via del lungomare, Ocean Front Walk è piena di negozi e di artisti di strada che danno pieno sfogo alla propria creatività e follia.

Il giorno seguente è di viaggio attraverso il deserto del Mojave con pernottamento a Needles.

GRAND CANYON:

La mattina parto per il Grand Canyon,alloggio al Best Western Grand Canyon Squire Inn. Visito la South Rim.

L’entrata al tempo della mia visita era di € 25 per auto. I percorsi disponibili sono 2: L’Hermit Road e la Desert View drive. Al 1° punto panoramico mi fermo e scendo curiosa finalmente di vedere il Grand Canyon. Lo spettacolo incredibile che si mostra ai miei occhi mi lascia senza parole. L’immensità e la profondità del canyon scombussolano lo stomaco e rimango zittita davanti a tanta meraviglia. Profondo 1,5 Km e largo 16 Km, nel suo fondo scorre il Colorado River. Per chi non lo sapesse il Grand Canyon si trova in montagna. Il contrasto è forte,le rocce del canyon con la foresta di pini e ginepri da cornice. Gli scoiattoli e i cervi spesso fanno capolino. Ogni punto panoramico è una sosta che faccio e la vista è meravigliosa ovunque.

LAKE POWELL:

Dopo diverse ore di visita mi dirigo a Lake Powell, addentrandomi nella riserva indiana. Visito nel tragitto la Glen Canyon Dam (diga).

Ho scelto di alloggiare all’interno del parco del Lake Powell con vista sul lago. L’ingresso al parco costa € 15. Le cose qui da fare sono diverse e sono consigliati 2 giorni. Si può partecipare ad una gita in barca sul lago o noleggiare un’imbarcazione o un kayac. C’è una spiaggetta dove potersi rilassare e fare il bagno. L’ambiente intorno è molto particolare.

ANTELOPE CANYON:

Si può andare solo con visite guidate che partono da Page. (€ 32 con Roger Erik’s A.C. tours) La visita del canyon è fantastica. La durata di circa 1 ora e mezza con diversi orari di partenza anche se consiglio quella delle 12 perché la luce del sole filtra a picco all’interno del canyon. E’ necessario un cavalletto (che noleggiano) per fare delle belle foto. Le pareti sono ondulate,sembrano delle spirali che si protendono verso il cielo. Quando il sole filtra si accendono di arancione e creano un gioco di luce incredibile che non scorderò mai!

HORSESHOE BEND:

Altra visita in zona impedibile è Horseshoe Bend che rimane tra Page e il Lake Powell resort. Per raggiungerlo dal parcheggio è necessario percorrere 2 Km a piedi in mezzo alla radura dopodichè all’improvviso la radura finisce e sotto di voi ci sarà un baratro,un canyon a forma di ferro di cavallo nel quale scorre il fiume Colorado e al cui centro si staglia una roccia che sembra un unicorno piantato in mezzo al fiume. I colori dell’acqua sono particolarissimi e intensi,difficile da descrivere con le parole,sfumature di grigio,verde e blu. Sono allibita davanti a questo spettacolo creato dalla natura.
Mi dirigo verso Kayenta, sposto l’orologio un’ora avanti perché qui c’è il fuso. Pernotto al Best Western Wetherill Inn.

MONUMENT VALLEY:

La mattina seguente tocca alla Monument Valley e sarà la giornata più bella passata negli States, la più attesa.

Percorrendo la I-163 sentivo l’emozione salire vedendo alla fine di questa mitica strada le prime rocce della Monument.

Appena oltrepassato il visitor center eccole lì le formazioni viste e riviste nei film western più famosi. Sono qui davanti a me e per quante volte le avessi viste in Tv e immaginate non erano mai belle abbastanza come in questo momento che le avevo davanti ai miei occhi.

Sono immersa nel mio personale film western.

Mi addentro con l’auto nel percorso di 27 Km ed è proprio davanti a “ The Mittens” che accendo lo stereo ad altissimo volume con la colonna sonora di Trinità! Indimenticabile…
Molto belle anche le Three Sisters e tutto il percorso. Sabbia arancio,cielo blu e qualche nuvola bianca,un tripudio di colori!

Devo arrivare a Cortez per proseguire il mio giro e mi fermo per strada a vedere i 4 Corners,il punto in cui 4 stati si incontrano. Potrete stare contemporaneamente in Arizona,Utah,Colorado e New Mexico!! Lo shopping qui è meno caro che alla Monument. Dormo a Cortez al Best Western Turquoise.

 

MESA VERDE:

(ingresso € 15).

Mesa Verde è un parco avvolto un po’ nel mistero e anche molto affascinante , nel quale gli antenati dei pueblo costruirono le loro case scavandole nella roccia.

Al centro visitatori c’è la possibilità di acquistare il pass per la visita delle 3 mesa (3 €) Balcony House, Cliff Palace e Long House. Io sono andata col ranger a Cliff P. scendendo giù ma potete evitare perché il sito è comunque ben visibile dall’alto. Inoltre potrete visitare un’altra mesa che è Spruce Three House gratuitamente. Quest’ultimo sito è molto bello,sembra un presepe.

Ho proseguito per Moab dove ho fatto un giro per i suoi numerosi negozi e ristoranti,molto carino. Ho dormito al Moab Valley Inn.

ARCHES:

(8 Km da Moab, € 10 per auto l’ingresso).

Arches è il parco in cui ci sono più archi di roccia naturali al mondo. Una suggestiva strada asfaltata scorre all’interno del parco. Alcuni archi sono visibili dalla strada,altri si raggiungono a piedi attraverso sentieri segnati. I più belli sono Delicate Arch, Balanced Rock, Landscape Arch.

 

Mi dirigo verso Bryce Canyon e faccio una breve visita a Capitol Reef che si trova sulla strada. Dormo al Ruby’s Inn e ceno al Bryce Canyon resort con dell’ottima carne!

BRYCE CANYON:

Il parco del Bryce è formato da incredibili formazioni di pinnacoli rosa e arancio chiamati Hoodoo. Mille sfumature e una vista mozzafiato, fanno del Bryce uno dei più bei canyon proprio per la colorazione e la conformazione.

Una strada di 30 Km segue tutto il canyon. La vista più bella in assoluto è da Inspiration Point. Molto particolare anche Rainbow Point a 2800 mt di altezza, Natural Bridge e Ponderosa Canyon. Io l’ho visitato in 3 ore.

 

 

È l’ora di dirigermi a Las Vegas.

Ho preso la strada 12 che taglia il Red Canyon dalle incredibili formazioni rocciose arancio di “panna montata” e lo Zion con le mastodontiche rocce rosa e rosse che sembrano inghiottire la strada che le taglia a metà.

LAS VEGAS:

Dopo 4 ore di strada panoramica e di deserto ecco che appare all’orizzonte come un miraggio Las Vegas, the sin city….

”Welcome to fabolous Las Vegas,Nevada “ recita un’insegna dandomi così il benvenuto.

Alloggio al Luxor hotel in stile Egizio e mi danno la camera nella piramide! L’hotel è bellissimo. Las Vegas è surreale e quando pensi a qualcosa si esagerato non è mai abbastanza. Ogni hotel è costruito a tema, ha il proprio casinò, tutto è incentrato sul gioco d’azzardo.

I più belli sono il Venetian, Il Caesar Palace e il Bellagio.

Il Venetian riproduce Venezia con tanto di Canal Grande e gondolieri.

Il Caesar Palace rappresenta Roma con il Colosseo e Fontana di Trevi e il Bellagio si ispira al lago di Como. In quest’ultimo si svolge lo spettacolo delle fontane a ritmo di musica ogni 30 minuti.
Molto belli anche il Paris, il Treasure Island, MGM, Flamingo.

Dall’esterno è splendido l’Excalibur ispirato a Mago Merlino con la forma del castello fiabesco. Poi ancora il Mirage e il Mandala Bay. Tutti gli hotel preparano gustosissimi buffet a prezzi molto accessibili.

Un trenino fa il giro di tutti gli hotel. L’aria in agosto è irrespirabile,è afoso, d’altronde siamo in mezzo al deserto.

Impedibile alla sera un giro sulla Strip, la strada principale per vedere Las Vegas illuminata e lo spettacolo delle fontane di sera al Bellagio.

Un paio di giorni sono sufficienti per visitarla. Non credo esista altro luogo al mondo come questo,sì una spacconata,ma unica e vale la pena vederlo almeno una volta nella vita.

SANTA MONICA:

Il ferragosto decido di passarlo a Santa Monica,il richiamo dell’Oceano è irresistibile. Giro a lungo prima di trovare un hotel disponibile e trovo posto al Royal Motel Santa Monica gestito da cinesi ed economico. Passo le giornate in spiaggia a Santa Monica e Venice.

PENSIERI DAL MONDO:

E’ stata un’esperienza indimenticabile questo viaggio di 4200 Km sulle road Americane, ho visto posti magnifici e incontrato gente straordinaria. La natura è la padrona incontrastata di questi territori. Un viaggio nelle road degli Stati Uniti è libertà. Vi capiterà di percorrere chilometri e chilometri in mezzo a deserti, pianure e radure senza incontrare nessuno. Solo la compagnia dei paesaggi e delle formazioni rocciose intorno a voi. Intraprendete questo viaggio accompagnati dalle migliori colonne sonore dei film western e ogni volta che vi ricapiterà di riascoltarle vi torneranno in mente tutte le immagini di questo meraviglioso sogno americano.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *