POLINESIA FRANCESE, MAURUURU ROA

Oggi vi parleremo della Polinesia Francese, ritenuto da molti paradiso in terra. Come negarlo.

PROGRAMMA:

Le isole che abbiamo visitato con i relativi hotel sono le seguenti:
TAHITI: Tahti Airport Hotel
BORA BORA: Pensione Temanuata Beach
MAUPITI: Kuriri Villane
RANGIROA:Raira Lagon

VOLI:

Voli internazionali: Air France (Bologna-Parigi-Los Angeles.Papeete)
Voli nazionali: Air Tahiti

PAPEETE:

L’arrivo in Polinesia Francese ,a Papeete è alle 4 del mattino e storditi dopo 30 ore di volo,12 fusi orari ci accoglie un complessino che suona dandoci il benvenuto in terra Polinesiana. Incredibile…siamo in Oceania.
Come da tradizione ci viene messa al collo la collana di fiori di Tiarè come benvenuto…profuma di terre lontane…
Prima tappa il Mercato di Papeete, prendiamo un truck (bus) locale in 20 minuti arriviamo.
Appena entrati rimaniamo sorpresi dall’ordine del mercato e dai suoi vivaci colori. Al piano terra si trovano frutta,verdura, carne pesce e lo straordinario olio Monoi. Al piano sopra sono negozi di artigianato con coloratissimi parei,collane,manufatti in legno e gioiellerie che vendono le tipiche perle nere.
Un tripudio di odori,quelli esotici che fanno bene al cuore e allo spirito,e di colori . Se vi occorrono souvenir è il posto giusto per fare acquisti. L’olio Monoi è un’idea originale.

La prediletta Bora Bora. Appena appare ai miei occhi capisco subito che è lei la protagonista indiscussa della Polinesia. La riconosco subito. La vista dall’alto della sua barriera corallina,dei suoi motu (isole)e quelle nuvole che coprono la verde cima del Monte Otemanu non potevano lasciarmi indifferente ed infatti i miei occhi si sono velati di lacrime di felicità e di emozione,stavo per conoscerla. E’ stato amore a prima vista,ho capito da subito che mi avrebbe regalato magnifici momenti.

BORA BORA:

DOVE DORMIRE:

Scelgo come base fissa il Temanuata. Bungalow pulito,sul mare con tetto in paglia, bagno con acqua calda. La colazione alla mattina si ritira alla reception,un cestino con i croissant e le marmellate e lo si consuma nella veranda del bungalow. A disposizione un bolli acqua x il the e il caffè.

DOVE MANGIARE:

Per i pasti principali c’è l’imbarazzo della scelta; a fianco alla pensione c’è il ristorante Fare Manuia dove si mangia divinamente. Altro ottimo ristorante è quello sulla spiaggia dell’hotel Maitai. Poco più avanti c’è la Bounty.
In genere in Polinesia si mangia molto bene.

COSA VEDERE:

Punta Matira è una posizione strategica,ci sono tutte le cose (tranne la banca) di cui un turista può avere bisogno. La spiaggia è bellissima ed è attrezzata con docce e bagni pubblici,non è mai troppo affollata. Diverse le escursioni alle quali abbiamo partecipato. La 1° è stata la gita in piroga nella laguna di Bora Bora.Una giornata indimenticabile e la più bella trascorsa in Polinesia. A bordo di una tradizionale imbarcazione veniamo cullati dal suono dell’Ukelele (la piccola chitarra polinesiana).La 1°sosta è al giardino di corallo dove nuotiamo in mezzo ad una miriade di pesci e poi bagno con gli squali e le razze.
Si prosegue il giro della laguna. E’ impossibile descrivere quello che proviamo,tutto perfetto,la musica,i colori dell’acqua e questo Monte Otemanu che si mostra in tutta la sua bellezza.


Le nuvole che coprono la sua vetta ne conferiscono un’aria un po’ misteriosa. La migliore vista la si può avere dal Motu Piti A Au dove ci fermiamo x un po’ di relax e x il pranzo.
Meravigliosa la spiaggia. Il pranzo che ci hanno servito è stato squisito. Mahi Mahi il tipico pesce crudo condito con limetta,latte di cocco,vaniglia e verdure,fantastico,poi pesce e pollo alla griglia,manioca, pane al cocco e dolci.

Torniamo in barca e ci fermiamo in un punto della laguna in cui di solito nuotano le razze. Sono numerose e il bagno tra loro sarà un qualcosa di indimenticabile.
Con il “motu taxi” ,barca che fa da taxi tra le isolette della laguna, (motu=isola) siamo tornati di nuovo sul motu Piti A Au x una giornata di relax..
La spiaggia ha lettini,amache ed un piccolo bar.


Altra escursione interessante e divertente può essere il giro in 4×4 per scoprire l’interno di Bora Bora. La Tupuna Safari è la compagnia che organizza questo tipo di gite. Con una jeep ci ha caricato davanti alla nostra pensione e dopo essersi inerpicata su insidiosi sentieri si è improvvisamente fermata e la veduta dall’alto dei motu di Bora Bora ci ha lasciato senza parole con i colori accecanti dell’acqua e le sue incredibili sfumature. Eravamo spettatori di una delle + belle creazioni di Madre Natura.

Se vi interessano i parei dipinti a mano lassù c’è il negozio di un artista.
Se vi serve una banca potete andare a Vaitape, raggiungibile da Punta Matira con un autobus. Vaitape è un piccolo paese affacciato sul porto pieno di negozi e di banche.
Maupiti ci dà il benvenuto con un bell’arcobaleno.

MAUPITI:

DOVE DORMIRE:

All’arrivo veniamo accolti da Jean e AnneMarie,i padroni del Kuriri dove staremo per 4 giorni. La pensione si trova sul motu Tiapaa ed è splendida. Il nostro bungalow(Pilotis) era molto bello e particolare. La cucina è ottima,si mangia tutti insieme nella sala da pranzo sulla spiaggia!

ESCURSIONI:

Jean organizza tutti i giorni diverse escursioni con la sua barca in angoli remoti dell’isola.La giornata sul motu Pitihahei è molto piacevole, così come lo snorkeling alla pass e il giro della laguna. Maupiti è una Bora Bora in miniatura con la differenza che è lontana da tutto e da tutti e ancora autentica. La spiaggia davanti alla pensione è bella e l‘acqua ha splendidi riflessi di verde. Il motu è abbastanza grande e dà la possibilità di fare lunghe passeggiate sulla spiaggia bianca in totale solitudine.

RANGIROA:

Qualche giorno qui vi aiuterà a staccare veramente la spina.
Rangiroa. E’ dall’alto che ci si rende conto dell’enormità di quest’isola,2° atollo al mondo. Un anello di sabbia di 200 Km dal diametro di 75 Km. La cintura corallina è larga 300mt.;Le pass sono3:Tiputa,Avatoru e Tivaru.

DOVE DORMIRE:

Alloggiamo al Raira Lagon,pensione familiare con 10 bungalow sulla spiaggia sparsi in un giardino tropicale. La cucina è molto buona. La spiaggia è stretta e l’ingresso in acqua è reso difficile da diverse rocce.

ESCURSIONI:

Rangiroa è molto bella però per scoprire i luoghi migliori è necessario fare diverse ore di navigazione con il mare spesso molto mosso. Il posto + incantevole che abbiamo visto è stata la Laguna Blu. Una piccola laguna che si è formata dentro alla grande laguna. Dopo 1,5 ore di barca e di salti a causa del mare molto mosso arriviamo in questo luogo difficile da spiegare…siamo su un’isola deserta e accanto a noi ci sono altri motu raggiungibili camminando nell’acqua. La laguna è un incanto e mentre mi guardo intorno penso che se nel mio immaginario c’era un paradiso,adesso lo stavo vedendo e vivendo x davvero. Ci servono un pranzo squisito. Proseguiamo per la laguna verde che è un’insenatura di un motu la cui vegetazione rigogliosa si specchia nell’acqua conferendogli questo particolare colore verde.Da non perdere lo snorkeling nella pass di Tiputa. La barca ci scarica fuori dalla pass dove l’Oceano entra prepotente nella laguna. Veniamo sparati dentro dalla corrente e nel frattempo osserviamo il mondo sommerso scorrerci veloce tra una miriade di pesci e coralli. La barca ci ha recuperato molti mt. più avanti quando ormai la corrente non ci trascinava più via. L’acqua in questo punto è gelida, attrezzatevi con magliette apposite.

Un’altra escursione carina è quella in barca alla pass per vedere i delfini che saltano tra le onde molto alte che si formano in quel punto. Purtroppo a causa del mare mosso non è stato possibile fare altre escursioni.

PENSIERI DAL MONDO:

Un viaggio in Polinesia è qualcosa di indimenticabile,i colori dell’oceano sono strabilianti.
L’accoglienza di questo popolo è tra le migliori. Lasciamo a malincuore questo lontano paradiso che ci ha regalato momenti di contemplazione e ci ha permesso di realizzare quello che adesso non sarà + soltanto un sogno. MAURUURU ROA POLINESIA.(Grazie Polinesia).

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *